Cilento, mare troppo alto: rischio chiusura strade

La situazione a Marina di Camerota
Infante viaggi

Rischiano di essere sbarrate al transito alcune strade costiere del Cilento. Il mare, troppo mosso, in alcuni casi invade le sedi stradali e lascia detriti sulle carreggiate. Pericolo per il lungomare e il porto di Scario. Le onde, alte e potenti, arrivano fin su la passeggiata. La protezione civile comunale è in allerta.

Situazione poco più grave a Marina di Camerota. Lungo la strada regionale 562 che costeggia la spiaggia del Mingardo e la Cala del Cefalo, l’arteria che in pratica collega Marina con la vicina Palinuro, il mare mette davvero paura. Nella notte i volontari della P.A. Cilento Emergenza e della protezione civile resteranno a monitorare la strada. Il sindaco Scarpitta sta valutando una eventuale chiusura.

Guardia costiera di Palinuro in collegamento con le varie centrali operative. I colleghi di Marina di Camerota tengono sott’occhio il porto turistico dove il mare entra in modo irruento. Molti pescatori restano a controllare le barche.

  • Vea ricambi Bellizzi

Occhi aperti lungo tutti i paesi del golfo di Policastro, come Capitello, Villammare, lo stesso Policastro e Sapri. Preoccupa il mare ma anche eventuali bombe d’acqua che potrebbero abbattersi nelle prossime ore.

Guardia costiera di Agropoli che monitora il tratto di costa che va da AcciarioliCapaccio Paestum. Mare molto mosso anche a Montecorice, Ogliastro e Castellabate.

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur