Cilento, rissa tra fratelli: 2 arresti e 6 denunce

Infante viaggi

di Redazione

Una violenta rissa si è consumata a Capaccio Paestum tra i componenti di uno stesso nucleo familiare. I fatti sono avvenuti in località Santa Venere. Tre fratelli sono arrivati alle mani per cause ancora in corso d’accertamento da parte dei carabinieri della compagnia di Agropoli, agli ordini del capitano Fabiola Garello. Alla rissa ha preso parte anche un amico dei tre. Sono tutti pregiudicati con diversi precedenti per furto e reati contro il patrimonio. Le forze dell’ordine hanno rinvenuto mazze di legno e bottiglie di vetro rotte. Ma la rissa è stata consumata anche con lancio di piatti e sedie. I quattro avevano appena finito di cenare. Forse hanno alzato troppo il gomito.

  • Vea ricambi Bellizzi

I carabinieri hanno arrestato Jean Ciullo, 49 anni, e Leopoldo Ciullo, 42 anni. Il primo è residente a Capaccio Paestum mentre il fratello più piccolo di qualche anno a Trentinara. Entrambi sono stati ristretti ai domiciliari per rissa, oltraggio, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Quest’ultima ipotesi di reato si è configurata al momento dell’intervento delle forze dell’ordine, quando i protagonisti della rissa si sono scagliati anche contro i militari. Denunciati gli altri due fratelli. Violate anche norme del Dpcm. I carabinieri di Agropoli continuano ad indagare sulla vicenda.

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro