Cilento, schianto allo svincolo: morte cerebrale per 37enne

17962
Infante viaggi

Morte cerebrale per Francesco Farro, il 37enne originario di Agropoli coinvolto lo scorso 27 ottobre in un incidente stradale sulla Cilentana nella notte tra il 26 e 27 ottobre. La notizia la riporta La Città di Salerno. Ieri mattina, non vi era più alcuna attività a livello cerebrale del ragazzo e la Commissione, appositamente riunita, composta da un medico legale, un neurologo ed un’anestesista, ha operato gli accertamenti di morte. Si tratta di una serie di impulsi profondi, compiuti ogni due ore, per sei consecutive, al fine di comprendere se suscitavano reazioni nel paziente. Ma purtroppo non c’è stata alcuna risposta a quegli impulsi, lanciando nello sconforto i genitori, parenti ed amici che erano al suo capezzale, all’ospedale “Ruggi- D’Aragona” di Salerno. Hanno sperato e pregato fino alla fine che potesse accadere un miracolo, che riportasse in vita il giovane, ma troppo gravi erano le ferite riportate nello scontro dell’alba di quella maledetta domenica. I familiari avrebbero espresso la volontà di donare gli organi del loro caro, ma questo non potrà avvenire fino a quando non sarà il magistrato a dare l’autorizzazione. Quest’ultimo infatti potrebbe agire diversamente, disponendo che venga eseguita l’autopsia. Una decisione che potrebbe essere funzionale a stabilire eventuali responsabilità relativamente al sinistro stradale. Saranno le prossime ore a chiarirlo.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl