Castellabate a “Porta a Porta”

di Marisa Russo

Ieri sera, alla trasmissione televisiva “Porta a Porta”, condotta da Bruno Vespa, ancora pubblicità per Castellabate con interviste al sindaco Costabile Maurano, al direttore della Posta e ad alcuni castellabatesi, perché luogo dove è stato girato il film, che sta ottenendo tanto successo, “Benvenuti al Sud”. Sottolineato dall’attore Claudio Bisio e dal regista Luca Miniero l’odio palese di Castellabate per Napoli, scoperto in loco, eppure tale paese è considerato nel film interland napoletano, mai citata Salerno, mai quindi menzionato come tale Provincia. E’ veramente un’ironia  della sorte che tanta pubblicità arrivi a Castellabate proprio come luogo del Napoletano!!! Ciò avviene proprio ora che un folto movimento auspica a rendere il Cilento una nuova regione, staccandosi dalla Campania. Il paese è evidenziato nel film con i mali della capitale regionale, come caos, mala vita, a cui si aggiungono espressioni rurali folcloristiche, e con il positivo di allegria, buona accoglienza, espansività, ne risulta un luogo diverso, di altra identità, ma che è felice di essere pubblicizzato, pur se come realtà che ad esso non appartiene!! Più tranquillo, meno allegro ed espansivo, ma anche meno disordinato, in questa stravisione restano autentici solo gli stupendi panorami, tra collina e mare, e gli scorci del centro storico, tra archetti, scale e cunicoli suggestivi. Il paese medioevale, tale scenografia, si è orgogliosi di esportare, ingoiando l’amara pillola d’essere stati considerati dell’interland di Napoli, della grande capitale conosciuta e discussa, quella stessa che ha fatto arricchire il paese con i tanti turisti che da decenni scelgono Castellabate per le loro vacanze…..”l’importante è che lascino del denaro…. e vadino via presto”!!!

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019