Coltelli e sangue, balordi fanno finire la sagra

12136
Il fermo immagine estrapolato da un video pubblicato su Ondanews
Infante viaggi

Erano passate le 5 della notte tra venerdì e sabato, quando ancora in tanti sostavano nell’area di via Bacco, a San Gregorio Magno. È una delle notti di Baccanalia, che di concluder domani, domenica. Tra i tanti ragazzi anche molti che avevano probabilmente alzato troppo il gomito. Da qui la decisione di iniziare a pulire le strada con una botte comunale. Un modo per far capire che la serata era finita. Ma tra alcuni ragazzi sono iniziate delle scaramucce, uno di questi ha iniziato a provocare un operatore che puliva e che, per difendersi gli ha rivolto l’idrante contro, bagnando cosi anche il gruppo più vicino. Un gesto filmato raccontato in un articolo anche da un giornalista de Il Mattino.

La festa bella di San Gregorio Magno ha anche questo risvolto della medaglia, fatto di tanti che si trattengono per strada anche fino al mattino alimentando le preoccupazioni di forze dell’ordine e dei tantissimi volontari impegnati per la sicurezza. Non a caso quest’anno è stato deciso di chiudere le cantine alle 2 di notte, sperando di anticipare il deflusso delle migliaia di persone che giungono per la tradizionale festa. Ogni anno la sicurezza è sempre l’elemento che mantiene tutti più sulle spine, proprio perché la caratteristica di Baccanalia è proprio il vino. Ma le piccole risse, soprattutto tra giovani che hanno alzato un po’ il gomito, sono sempre inevitabili.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl