Commemorazione defunti: chiuso cimitero di Sapri, ingressi separati ad Agropoli

di Redazione

Le nuove norme anti contagio e l’evolversi della situazione Coronavirus ha portato il sindaco di Sapri Antonio Gentile a stabilire la chiusura del cimitero  nei giorni 31 ottobre, 1, 2 e 3 novembre 2020, garantendo, comunque, la sola erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione e tumulazione salme. Sono esclusi dall’applicazione della presente ordinanza gli operatori addetti ai servizi cimiteriali e l’apposizione della corona al Monumento ai Caduti, da parte delle Autorità Religiose e Civili. Nell’ordinanza si avverte che si procederà ai sensi di legge nei confronti di chiunque ponga in essere atti e comportamenti lesivi.

Ad Agropoli, invece, gli ingressi e le uscite saranno separate (sarà presente apposita segnaletica) e dotate di appositi dispenser per l’igienizzazione delle mani. Gli ingressi saranno presidiati da operatori della Protezione civile e della Croce Rossa, che provvederanno alla misurazione della temperatura corporea degli utenti a mezzo termoscanner. «E’ obbligatorio l’uso della mascherina ed il rispetto della distanza sociale. All’interno e all’esterno del cimitero non dovranno crearsi situazioni di assembramento. La permanenza all’interno è consentita per il tempo strettamente necessario per compiere le visite ai propri defunti», fa sapere il sindaco Adamo Coppola che ha disposto controlli a cura della Polizia municipale. Fino al prossimo 2 novembre, l’orario di apertura che verrà osservato è dalle 8.00 alle 17.00 (orario continuato). Infine raccomanda alle persone più fragili di astenersi dal recarsi al cimitero e magari di scegliere di fare visita ai propri defunti in altri periodi dell’anno, di maggiore tranquillità, considerato che ovviamente il cimitero è aperto tutto l’anno.

©Riproduzione riservata