La Provincia fa ‘finire’ 200mila euro nei rifiuti di 15 Comuni. Contributi anche nel Cilento

Infante viaggi

Sono state pubblicate oggi le graduatorie delle iniziative ammesse ai contributi della Provincia di Salerno per la promozione di progetti nei settori dei consumi sostenibili, della riduzione della produzione dei rifiuti e dell’ambiente.
Sono 30 i progetti, rispettivamente 15 per ogni bando, cofinanziati dalla Provincia di Salerno per un totale di quasi 200mila euro.
«E’ uno sforzo straordinario in termini economici che testimonia la rinnovata sensibilità dell’Ente Provincia, grazie alla giunta guidata dal Presidente Edmondo Cirielli, verso un tema dove il cambiamento delle abitudini di vita è determinante per conseguire l’obiettivo di una sostenibilità concreta», ha commentato Giovanni Romano, Consigliere Politico all’Ambiente del Presidente della Provincia.
Gli ammessi ai finanziamenti per il Bando relativo al Ciclo Integrato dei Rifiuti sono i comuni di San Cripiano Picentino (9.000 euro), San Valentino Torio (9mila euro), Baronissi (9.000 euro), Roccadaspide (9.000 euro), Vibonati (8.800 euro), Castel San Lorenzo (8.136 euro), Praiano (7.920 euro), Giffoni Sei Casali (6.000 euro) e Mercato San Severino (4.000), le associazioni Aster Onlus (6.000 euro), Amici di Laviano (6.000 euro), Orizzonti Legambiente Salerno (4.000 euro), Claudio Maria Fimiani (4.000), il Parco Urbano Valle dell’Irno (4.800 euro) e l’Istituto Comprensivo Statale di Buonabitacolo (3.276 euro).
Per il Settore Ambiente sono stati finanziati i progetti presentati dai comuni di Mercato San Severino (6.480 euro), Polla (7.000 euro), Alfano (6.000 euro), Sant’Egidio del Monte Albino (6.000 euro), Vietri sul Mare (6.000 euro) e Cuccaro Vetere (4.800 euro), dalle associazioni Centro Studi Tegea (10.000 euro), Costiera Amalfinata Riserva Biosfera onlus (9.000 euro), Fare Ambiente (7.000 euro), Verdi Ambiente e Società Vas onlus (4.800 euro), Pro Loco Ascea (6.000 euro), ISEA (5.400 euro), South Land (3.450), dalla società Holiday Net srl (9.000 euro) e dalla cooperativa sociale Anemone (4.000 euro).
«La procedura ad evidenza pubblica – conclude Romano – ha fatto sì che fossero premiati i progetti maggiormente meritevoli dal punto di vista della qualità e dell’efficacia dell’azione, evitando lo sperpero di danaro pubblico e i classici finanziamenti a pioggia, in coerenza con il metodo adottato dal Presidente Cirielli».

  • Assicurazioni Assitur

Le graduatorie sono consultabili sul sito istituzionale dell’Ente all’indirizzo www.provincia.salerno.it.

Assicurazioni Assitur