• Home
  • Sport
  • Il Sapri inaugura il campo Italia, calando un poker che vale i quarti

Il Sapri inaugura il campo Italia, calando un poker che vale i quarti

di Luigi Martino

Centocinquantatrè giorni dopo il campo "Italia" ha riaperto alle gare ufficiali dopo il restyling estivo-autunnale, che ha dotato l’impianto saprese di un manto sintetico di ultima generazione. Prato non ancora perfetto: bisogna ancora spazzolare il terreno, dove spiccano diverse macchie di colore marrone che minacciano l’equilibrio dei calciatori. "Tutto normale" fanno sapere gli addetti ai lavori, il campo risulterà migliore già nel match di domenica, che vedrà gli uomini di mister Pugliese contrapporsi alla formazione dell’Hinterreggio.

Intanto il Sapri torna a casa e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia. Sul nuovo campo Italia gli spigolatori dimostrano di avere un feeling particola­re con la competizione trico­lore. Un primo tempo scialbo per gli uomini di mister Pugliese, ravvivato solo nel finale da due deviazioni sottoporta mancate incredibilmente da Zagaria e Salese. Tutto rimandato alla ripresa. Al 3′ traversone di Ferraro per l’onnipresente Salese che colpisce di testa ed insacca. Il raddoppio arriva al 19′: Za­garìa viene steso dal portiere ospite in uscita, rigore che lo stesso Zagarìa segna spiaz­zando De Luca. E l’ex attac­cante di Campobasso e Fran­cavilla sul Sinni mette il pro­prio sigillo anche sul 3-0 al 32′ con un preciso diagonale sul portiere in uscita. Il Ro­sarno, però, non ci sta ed al 41′ con uno degli ex della ga­ra, Cirillo, accorcia le distan­ze. Ma al 44′ arriva il defini­tivo 4-1 con Ferraro che, ser­vito da Gallinaro, supera De Luca con un delizioso pallonetto.


SAPRI (4-4-2): Piazza; Ruffolo (31′ st Velotti), Nigro, Fuschi, Giudice; Ferra­ro, Toscano (38′ st D’Andria), Pecora, Salese; Santaniello (33′ st Gallinaro), Zagarìa. A disp.: Giordano, Sansone, D’Alterio, Gilfone.
Allenatore: Pugliese.

ROSARNO (4-4-2): De Luca; Bassi De Masi, Scorrano, Arona, De Masi (13’st Ricciardi); Napoli (20′ st Bruz­zese), Sardo, Corigliano, Trentinella; Saffioti, Cirillo. A disp.: Volturo, Insa­na, Galati. Allenatore: Carella.

ARBITRO: Pancaldo di Barcellona Pozzo di Gotto
MARCATORI: 3′ st Salese (S), 19′ st (rig.) e 32′ st Zagarìa (S), 41’st Cirillo (R), 44’st Ferraro (S) NOTE: spettatori 300 circa.
AMMONITI:Toscano (S), Ruffolo (S), Sardo (R), Bassi De Masi (R) e Santaniello (S).
ANGOLI: 5-3 per il Sapri.
Recuperi: 1′pt e 4′ st

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019