Coronavirus, a Camerota senza valido motivo: beccati un 22enne e un 35enne

Infante viaggi

di Luigi Martino

  • assicurazioni assitur

Un giovane di 22 anni di Castellammare di Stabia e uno di 35 anni di Palomonte sono stati beccati a Camerota dai carabinieri della locale stazione e non hanno saputo giustificare con motivi validi lo spostamento dal proprio Comune di residenza. I controlli delle forze dell’ordine comandate del maresciallo Francesco Carelli si stanno svolgendo in sinergia con la Polizia Locale e con la Protezione civile comunale per constatare l’emergenza del Covid-19. I due soggetti non avevano rispettato le norme contenuto nel Dpcm emanato dal governo nei giorni scorsi e che prevedono – tra le molte restrizioni – quella di non spostarsi dal proprio territorio di residenza se non per lavoro o emergenza. I due sono stati denunciati alla procura della repubblica per violazione dell’art. 650 del codice penale. Entrambi avrebbe riferito di essere giunti a Camerota per far visita alle proprie fidanzate. Dei fatti è stato informato il sindaco di Camerota Mario Salvatore Scarpitta.

assicurazioni assitur