Coronavirus, De Luca: contagio Cilento per irresponsabilità

Infante viaggi

di Luigi Martino

Chiama più volte in causa il senso di responsabilità il governatore della Campania Vincenzo de Luca. E lo fa per sottolineare che in Campania se ci sono, al momento, 13 casi positivi al Coronavirus è a causa del «senso di irresponsabilità» di alcuni. Ricostruisce, nel dettaglio, come è arrivato il contagio in Campania. «Parliamo del tecnico di laboratorio che lavorava all’ospedale di Cremona dove, se non sbaglio ci sono 80 casi – ha spiegato in conferenza stampa in Regione per fare il punto -. Ebbene, se sei un tecnico dovresti avere la consapevolezza di quello che sta accadendo e dovresti mettere in atto un comportamento di responsabilità. Ed invece da Cremona ha preso il Freccia Rossa, poi da Salerno un bus fino a Vallo della Lucania e poi a Montano Antilia. Abbiamo dovuto ricostruire tutti i suoi spostamenti e fare i tamponi a tutti coloro che aveva incontrato. Ed ancora. Nel caso di Caserta la ragazza veniva da Milano, il ragazzo che l’ha accompagnata in auto è risultato positivo ed è il caso di Guardia Sanframondi. C’è poi l’avvocato napoletano, i suoi colleghi sono risultati positivi ed ha frequentato aule di tribunale, colleghi». «Tutto questo per dire che c’è un lavoro rigorosissimo per curare e bloccare i contagi ma serve la responsabilità di ciascuno di noi», ha concluso.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur