Coronavirus, Pasqua: costa del Cilento off-limits. Località turistiche blindate

Un posto di blocco effettuato dai carabinieri per contenere l'espandersi del Covid-19
Infante viaggi

di Luigi Martino

«E’ inutile che vi mettiate in viaggio, abbandonate l’idea di raggiungere le seconde case. I Comuni del Cilento restano blindati». I sindaci del comprensorio a sud di Salerno in queste ore stanno mettendo a punto il piano di controlli per Pasqua e i giorni subito antecedenti nel timore che, anche in concomitanza con lo stop alle lezioni online per i bambini e i ragazzi da molte settimane costretti a casa, molte famiglie tentino comunque di raggiungere le seconde case. La strada scelta per i controlli non è quella a campione, come avviene in città, ma sono stati istituiti e saranno rafforzati, dei veri e propri checkpoint in prossimità dei varchi di accesso ai vari paesi della costa. Blindate dunque le località turistiche più rinomate della costiera: Castellabate, Acciaroli, Palinuro, Camerota, Ascea, Casal Velino e Sapri. Particolare attenzione rivolta al Golfo di Policastro e agli scali ferroviari di Agropoli, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro-Marina di Camerota, Policastro e Sapri. Serrata anche nelle aree di servizio delle autostrade e sui principali nodi delle strade statali e provinciali con controlli ad imbuto. Dunque tutti i veicoli in movimento saranno obbligati a fermarsi e a giustificare lo spostamento. Se si muoveranno molte macchine è facile prevedere lunghe code e un numero elevato di multe. «In Cilento non passerà nessuno ai varchi. Torneranno tutti indietro scontenti, quindi il nostro appello è a restare dove siete. Non vi muovete» chiosano gli amministratori del territorio.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi