• Home
  • Cronaca
  • Covid, effettuava tamponi senza certificazioni e con lavoratori a nero: medico nei guai

Covid, effettuava tamponi senza certificazioni e con lavoratori a nero: medico nei guai

di Luigi Martino

Nell’ambito dei quotidiani controlli eseguiti sulle attività commerciali che erogano servizi connessi all’emergenza epidemiologica, la Guardia di Finanza di Salerno, in collaborazione con Funzionari dell’Azienda Sanitaria Locale, ha eseguito un intervento nei confronti di un centro medico di Montecorvino Pugliano, che offriva la possibilità di effettuare test per la diagnosi del Covid-19.

La verifica delle Fiamme Gialle del Gruppo di Salerno è stata avviata sulla base delle segnalazioni di alcuni clienti, insospettiti dal fatto che, a fronte delle prestazioni ricevute, non gli fosse stata rilasciata alcuna documentazione di tipo fiscale e/o sanitario.

Già dalle preliminari risultanze investigative è così emerso un significativo fenomeno evasivo, dal momento che il rapporto tra la fatturazione ed il numero di test diagnostici svolti è stato accertato in misura palesemente non proporzionale.

Una volta recatisi sul posto, i militari, con l’ausilio di personale del Dipartimento di Prevenzione/Servizio Igiene Pubblica della predetta ASL, hanno potuto poi riscontrare che le irregolarità commesse andavano ben oltre l’aspetto di natura fiscale.

Il titolare del centro, infatti, non è stato in grado di esibire le necessarie certificazioni sulla conformità della struttura alle prescrizioni imposte dalla normativa regionale di settore.

Circostanza, questa, di cui è stato prontamente informato il Sindaco del Comune di Montecorvino Pugliano – autorità sanitaria competente a livello locale -, il quale, dopo aver notificato la diffida alla prosecuzione dell’attività illegalmente intrapresa, ha provveduto a sospenderne l’esercizio ed avviato l’iter amministrativo per la sua cessazione completa.

Nel corso degli accertamenti, i Finanzieri hanno peraltro appurato che tre dei quattro dipendenti addetti alla materiale esecuzione dei tamponi erano assunti completamente “in nero”, essendo risultati privi di una regolare posizione contrattuale.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019