Covid, morto anziano della casa di riposo di Novi Velia. Il figlio: «Nessuno ci ha avvisati»

di Antonio Vuolo

Ancora una vittima tra gli anziani ospiti della casa per anziani di Novi Velia. È morto nella struttura Covid di Agropoli dove era stato trasferito il 20 gennaio. Si tratta di Antonio Nappo, 82 anni, originario di Vico Equense e trapiantato ad Ascea, dove viveva con la sua famiglia. Alcuni figli, invece, vivono a Vallo della Lucania. Subito dopo il contagio era stato trasferito all’ospedale San Luca di Vallo, poi per la gravità delle sue condizioni si era reso necessario il trasferimento ad Agropoli.

E’ il quarto decesso tra gli ospiti della casa per anziani di Novi Velia dove qualche settimana fa è scoppiato un focolaio. Tra le prime vittime, Marino Iaquinto, 88anni, di Castellabate. Quindi, un nonnino di 86 anni di Mandia, nel comune di Ascea, e ancora il decesso all’ospedale San Luca di Omar Pirrera di Vallo della Lucania.

Dolore ma anche rabbia tra i familiari dell’anziano. Il figlio Enzo contesta di non aver ricevuto nessuno avviso dalla struttura , aggiungendo poi come “anche del focolaio lo abbiamo appreso dalla stampa”. E conclude: “Non si fa. Ci aspettavano di ricevere almeno una telefonata “. Tra gli ospiti della struttura di Novi Velia sono risultati positivi 29 ospiti e operatori. Quattro i decessi. Una decina sono rimasti nella struttura, gli altri sono stati trasferiti tra l’ospedale San Luca di Vallo, la struttura Covid di Agropoli e l’ospedale Da Procida di Salerno.

© Riproduzione riservata