• Home
  • Sport
  • La Dirty Dancing Agropoli brilla anche agli open di Pescara

La Dirty Dancing Agropoli brilla anche agli open di Pescara

di Luigi Martino

Presso il Palasport di Pescara si è svolto, il 3° MASTER DANZA OPEN gara di danza sportiva a carattere nazionale per il settore agonistico. Centinaia di coppie provenienti da tutta Italia si sono sfidate sul parquet di Pescara Le coppie della Ditrty Dancing, dopo i successi nelle ultime gare di circuito, anche in questa occasione dato dimostrazione della loro preparazione. Dopo una serie di batterie eliminatorie tutte le coppie sono risultate finaliste nelle rispettive classi e categorie. Ottima la prova dei Fratelli Di Biasi, che con le rispettive partners Dora Giuliano e Cristina Quaglia, si sono aggiudicati il gradino più alto del podio sia nelle danze Standard che nelle danze Latine Americane e che dire della coppia formata da Mondelli Luigi e Monaco Immacolata primi nelle danze Latine Americane e secondi nelle danze standard. Bellissima performance della coppia dei piccolini Serra Gennaro e Voria Mariachiara primi sia nelle danze Standard che nelle danze Latine Americane. Brave anche le coppie Andrea Di Cunto e Loredana Giordano, ottavi nelle Danze Standard classe A e Giuliano Antonio e Ruggiero Gaetana secondi. Buona prova degli atleti Bottone Vincenzo e Ciongoli Carmela che alla loro prima gara si sono classificati al terzo posto nelle danze Standard. Grande soddisfazione per i risultati ottenuti, nella dichiarazione dei due tecnici della Dirty: “Questi risultati sono un ottimo auspicio per le prossime gare di campionato Italiano”, ha affermato Antonio che ha fatto parte dello staff tecnico della competizione. “Visti questi risultati, al prossimo appuntamento di Coppa Italia, il 16 e17 gennaio a Foligno, saremo presenti con tutte le coppie” ha rivelato Agnese, che ha seguito, insieme ad Antonio, gli atleti nella trasferta in Abruzzo.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019