Detiene animali protetti, blitz delle guardie dell’Enpa

di Luigi Martino

La prima operazione si è svolta a Salerno città, dove le guardie Enpa in concerto con la locale Asl, hanno denunciato un soggetto per conchectomia, ossia il taglio delle orecchie effettuato su cani, ai soli fini estetici. Il soggetto all’atto del controllo non è stato in grado di fornire certificati medici che giustificassero il taglio delle orecchie.

Le testuggini recuperate

A Castellabate invece, un controllo partito su una segnalazione di maltrattamento è terminata con la denuncia di un soggetto per detenzione di specie animali incluse nella Cites (Commercio internazionale di animali e piante in pericolo). L’operazione, condotta inizialmente dalla Protezione animali di Salerno con il personale veterinario dell’Asl di Agropoli per appurare un caso di maltrattamento di due cani, si è conclusa con l’intervento dei carabinieri forestali della Cites di Salerno per la scoperta da parte dell’Enpa della detenzione di Testudo hermanni (tartarughe di terra o testuggini) senza autorizzazione. A seguito di questo rinvenimento, le guardie hanno contattato i militari che giunti sul posto hanno accertato quanto segnalato ed effettuato le procedure di rito. Inoltre, sempre in collaborazione con i carabinieri forestali Cites di Salerno, è stata condotta un’operazione antibracconaggio sulla detenzione di avifauna particolarmente protetta. A Battipaglia un soggetto deteneva alcuni Fringillidi (nella foto in basso) sprovvisti di regolare anello identificativo. Dopo alcune indagini e sopralluoghi, è scattato il blitz che ha permesso di sequestrare esemplari di Cardellino e Verzellino e di denunciare il detentore.

I cardellini sequestrati

I controlli si intensificheranno durante il periodo natalizio. L’Enpa di Salerno, visto l’avvicinarsi delle festività, sottolinea «l’importanza di non acquistare cani senza regolare documentazione e di preferire le adozioni presso i canili».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019