Capaccio: ritardi cronici nelle consegne postali, i cittadini minacciano denunce

Due mesi senza ricevere la posta. È quanto accade nel Comune di Capaccio-Paestum, in località «Ponte Barizzo». A denunciare la vicenda sono i residenti della frazione che ora minacciano di rivolgersi alla magistratura.

Nonostante negli ultimi giorni il servizio sia ripreso, infatti, i disservizi rimangono, e la posta continua ad essere recapitata «a singhiozzo». Tra l’altro, il problema non riguarda solo la contrada di «Ponte Barizzo, ma anche quella di «Rettifilo», altra frazione del Comune particolarmente colpita dal disservizio.

«Negli ultimi mesi – ha spiegato il sindaco di Capaccio, Pasquale Marino – il nostro Comune non è stato servito con la consueta precisione ed affidabilità, addirittura a Ponte Barizzo la corrispondenza non è stata consegnata per quasi due mesi. Ciò ha creato problemi enormi, costringendo alcuni residenti a pagare anche more per bollette mai ricevute o recapitate con grave ritardo».

Il primo cittadino di Capaccio-Paestum ha quindi sollecitato Poste Italiane ad attivarsi immediatamente. «Invito la Direzione Provinciale di Salerno e tutti gli uffici postali ubicati sul nostro territorio – ha concluso il sindaco – ad ovviare tempestivamente a questa problematica, che sta arrecando notevoli disagi ai cittadini».