• Home
  • Sport
  • Tre schiaffi alla Sanseverinese. La Gelbison trionfa

Tre schiaffi alla Sanseverinese. La Gelbison trionfa

di Luigi Martino

GELBISON-SANSEVERINESE 3-1
GELBISON CILENTO VALLO: Mazza 6.5; Rossi 7, Ietto 6.5, Marciano 6, Di Palma B. 7.5; Granozi 6.5, Fariello 7.5 (41’ st Speranza sv), Manganelli 7.5, Anastasio 9 (35’ st Maiese 7), La Manna 6 (13’ pt De Cesare 8), Sica 9. A disp. Lista, Buccino, Di Palma A., Di Genio. All. Turco 8
SANSEVERINESE 1928: Veneziano 5, Lamberti 5.5, Toma 6, Tessitore 6, Mazzei 5, Della Marca 4.5 (46’ pt Mariniello 5), Andres 5 (32’ st Balzano 5.5), Coluccio 5 (21’ st Rapolo 6), Avallone 6.5, Cipolletta6, Befi 6.5. A disp. D’Andrea, Visco, Calabrese, Oriente. All. Tudisco 5
ARBITRO: Sirico di Frattamaggiore 6
MARCATORI: 30’ pt Anastasio (G), 46’ pt Sica (G), 14’ st De Cesare (G), 37’st Befi (S)
NOTE: gara giocata a porte chiuse sul neutro di Vibonati. Ammoniti: Granozi, Fariello, Andres, Coluccio.

VIBONATI. Con tre reti ed una prestazione da incorniciare, la Gelbison sorprende tutti e supera la più quotata Sanseverinese. Il 3-1 è figlio di una prova dei rossoblù al di sopra delle aspettative, tale da sbalordire persino gli avversari che sono riusciti a segnare solo la rete della bandiera a pochi minuti dalla fine. Gli uomini di Turco hanno avuto numerose occasioni, colpendo anche due pali ed una traversa nella ripresa. Il tutto con una formazione giovanissima e composta da alcuni ragazzini di grande talento come il 17enne Manganelli e il 16enne Maiese. È Anastasio ad aprire le danze al 30’, insaccando dopo una triangolazione con Sica. Quest’ultimo raddoppia un quarto d’ora dopo, con un eurogol: parte da metà campo, supera in dribbling cinque avversari e trova il 2-0. Nella ripresa cambia De Cesare al 14’ taglia la difesa ospite dalla sinistra e batte Veneziano con un diagonale. La partita potrebbe finire in goleada se non fosse per i legni colpiti. Al 30’ un bolide dal limite di Anastasio si stampa sul palo, al 32’ Sica colpisce in pieno la traversa su punizione dai trenta metri, al 35’ De Cesare centra il terzo legno in cinque minuti. Nel finale la rete di Befi, ben servito da Cipolletta, rende meno amara la sconfitta per gli uomini di mister Tudisco.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019