• Home
  • Sport
  • Vis San Giorgio – Agropoli, che noia!

Vis San Giorgio – Agropoli, che noia!

di Luigi Martino

VIS SAN GIORGIO-AGROPOLI   0-0

VIS SAN GIORGIO: Senatore 6.5, Ambrosino 6, Rega 6, Trapanese 5.5, Franza 6 (42’st Vitolo sv), Zambrano 6 (25’st D’Elia 6), De Migno 5.5, Guariniello 6, Belcore 7, Landini 7, Inserra 7 (17’st Petti). A disp. Cesarano A., Cesarano G., Capuano, Tesone. All. Cerminara 6.5.

AGROPOLI: Formisano 7, Iuliano 6, Apicella 7, Silvestro 6, Bisogno 6, Fioraso 6, Garaffa 5.5, Sabatino 6, Esposito 6 (30’st Ferretti sv), Cannalonga 5.5, Carbone 6. A disp. Di Arienzo, Manzo, Cauceglia, Bedvilacqua, Malandrino, Crisci. All. Condemi 6.

ARBITRO: Mazzarella di Benevento 6.

NOTE: Spettatori 250 circa. Ammoniti Landini, Trapanese, Ambrosino (V), Silvestro, Esposito e Fioraso (A).

Gara aperta, con entrambe le squadre molto propositive. Primo tempo equilibrato, con leggera supremazia dell’Agropoli; ripresa decisamente a favore della Vis, che ha almeno tre grandissime occasioni, delle quali l’ultima al 94′ davvero clamorosa.

20’pt: Esposito sfiora il gol per l’Agropoli, ma Senatore si salva alla grande.

35’pt: risponde la Vis ma il rasoterra di Belcore è parato a terra da Formisano.

FINITO IL PRIMO TEMPO, nessun gol tra Vis San Giorgio ed Agropoli.

25’st: Trapanese viene liberato al limite dell’area con una palla alta, ma lascia rimbalzare troppo la palla e vanifica un’ottima occasione.

30’st: Belcore, da posizione defilata, non vede due compagni liberi a centro area ed invece di servirli calcia in porta sciupando tutto.

49’st:  Clamorosa occasione per la Vis San Giorgio: Ambrosino con un gran tiro colpisce l’incrocio dei pali e sulla ribattuta tiro a botta sicura di Belcore, ma un grandissimo Formisano salva il risultato.

GARA FINITA. Tra Vis San Giorgio ed Agropoli 90 minuti senza reti. Ai punti meglio i padroni di casa, ma anche l’Agropoli non ha demeritato.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019