Esondano fiumi Lambro e Mingardo, gravi danni a Palinuro

6558

Continua l’allarme per il maltempo che ha colpito anche il Cilento in questi giorni. A Palinuro sono esondati i fiumi Mingardo e Lambro. Quest’ultimo ha rotto gli argini nelle zone del bivio di Centola fino a Isca delle Donne, allagando abitazioni, aziende agricole, attività e diversi terreni coltivati. Molti animali sono morti.

E’ polemica da parte dei cittadini, che lamentano una mancata pulizia dei letti da fiumi da almeno dieci anni. Perché la criticità si ripete ciclicamente e nel 2015 ha creato seri danni. Da alcuni mesi con una petizione era stato chiesto agli enti preposti che venisse ripulito il corso d’acqua dalla vegetazione. Interventi che non sono stati eseguiti, al punto che alle prime piogge abbondanti il fiume straripa e causa problemi. «Ogni anno è la stessa storia», commentano alcuni cittadini.

La scorsa estate ed anche ad inizio novembre anche Marco Sansiviero consigliere comunale di minoranza al Comune di Centola ha lanciato l’allarme sulle condizioni del fiume Lambro, chiedendo all’amministrazione di intervenire.

©Riproduzione riservata