Aspettando San Domenico

di Giuseppe Galato

Splendida serata quella di ieri trascorsa in piazza San Domenico di Marina di Camerota che dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, come si possa fare spettacolo ed animazione turistica senza grossi investimenti e senza grandiose infrastrutture.


L’impegno armonizzato di diverse associazioni del territorio (“la scala di seta”, “carillon”, “né arte né parte”) completato dalla presenza di altri artisti camerotani ha permesso di allestire uno spettacolo che ha offerto al pubblico presente la possibilità di trascorrere alcune ore di relax nell’ incomparabile scenario di piazza San Domenico, la quale sembra progettata appositamente per fare da cornice a grandi eventi di cultura e di spettacolo.


La bravura musicale del gruppo “La scala di seta”, che ha nella bellissima voce della solista D’Alessandro Beatrice il suo punto di forza; il feeling che Catello Balestrieri, animatore dell’associazione “Né arte né parte”, riesce a allacciare con il pubblico in ogni sua esibizione; la gaiezza trasmessa dai ragazzi dell’Associazione “Il Carillon” hanno fatto sì che allo scoccare della mezzanotte è sembrata una ingiustizia dover interrompere quel rapporto di intesa che si era creato tra spettatori ed attori.

La serie di eventi proseguirà questa sera con il concerto di Marina Rei per concludersi il 4 con il classico spettacolo pirotecnico.

©Riproduzione riservata



Articolo Successivo
Indie Mon Amour

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019