Ex pornostar ospite al Ciclope beach nel giorno dei funerali di Crescenzo, vocalist: «Chiedo applauso a mani basse»

Era cominciata su quel lido, il Ciclope Beach, la tragica notte di San Lorenzo e, nel giorno dei funerali di Crescenzo, la musica ha continuato a far ballare migliaia di giovani, proprio come un membro dello staff del Ciclope aveva annunciato sulla sua pagina Facebook qualche giorno fa. «Lo show deve andare avanti», scrisse. Ieri, a Varcaturo, nella chiesa di San Luca Evangelista, alle 12 è arrivato il feretro del giovane napoletano di 27 anni morto schiacciato da un masso lunedì notte mentre si riparava dalla pioggia sotto la pensilina della biglietteria della discoteca Il Ciclope. I familiari e gli amici non hanno fatto in tempo ad asciugarsi le lacrime che, sulla pagina Facebook del Ciclope, è apparso un video dove il vocalist del Ciclope Beach ricorda Crescenzo mentre in consolle c’è Eva Henger, un’ex attrice pornografica, attrice, conduttrice televisiva e cantante ungherese naturalizzata italiana. Migliaia di giovani hanno affollato nel pomeriggio di Ferragosto la spiaggia del Mingardo, di fronte ad uno dei locali più noti del Sud Italia. Hanno continuato a ballare per tutto il pomeriggio, ma all’improvviso la festa si è fermata: «Per un attimo la musica si spegne – annuncia lo speaker al microfono – per lasciare spazio al ricordo. Signori a nome del Ciclope beach, del Ciclope e delle Dune, vi chiedo un applauso a mani basse per una persone che purtroppo non può essere qui con noi. Ciao Crescenzo». Un lungo applauso, poi il vocalist ringrazia il pubblico e la festa ricomincia. Il ricordo di Crescenzo dura poco più di un minuto. Al tramonto sono centinaia i ragazzi che ballano ancora tra un drink, musica techno e qualche selfie. Tra loro poteva esserci anche Crescenzo, se solo quella maledetta notte si fosse trovato altrove. 

©Riproduzione riservata