Facevano prostituire 4 ragazze, in manette 2 «papponi»

I carabinieri della compagnia di Battipaglia, diretti dal capitano Giuseppe Costa, hanno arrestato, con mandato del gip del tribunale di Salerno, T.A. 27enne e E.B. 21enne, cittadini albanesi senza fissa dimora. Sono accusati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Gli inquirenti hanno avviato le indaginia mese di marzo di quest’anno a seguito di una denuncia. La vittima, una 24enne rumena, avrebbe raccontato alle forze dell’ordine di essere stata aggredita e costretta a prostituirsi lungo la Litoranea. La giovane era la fidanzata di uno dei due finiti in cella. Gli investigatori hanno cominciato ad incrociare i dati, a perlustrare la strada provinciale e a pedinare i sospettati. I carabinieri hanno scoperto che i due facevano prostituire la 24enne e altre tre ragazze rumene. Tutti i giorni le accompagnavano ai bordi della 175 e controllavano il lavoro da lontano, appostati nelle automobili. I due assicuravano protezione alle donne che in cambio dovevano consegnare i soldi guadagnati a T.A. e E.B.. Nel corso della indagini sono stati documentati anche episodi di minacce e percosse da parte degli indagati nei confronti delle ragazze a fronte del loro rifiuto a prostituirsi. Gli arrestati sono rinchiusi nel carcere di Fuorni.

©Riproduzione riservata