Fake Travel, l’imprenditore cilentano inganna i suoi follower e il video diventa virale

1271
Infante viaggi

Ha fatto credere ai suoi 40mila followers di essere andato in aeroporto a prendere un volo a caso e di essere stato in vacanza per 5 giorni, raccontando minuziosamente i dettagli del suo viaggio tramite le Storie di Facebook e Instagram, per poi svelare con un video (https://www.facebook.com/about.Rob/videos/2582667051827412/) di aver falsificato tutto.

È il nuovo esperimento sociale di Roberto Esposito, influencer e imprenditore digitale di Vallo della Lucania, per dimostrare come funziona il fenomeno dei Fake Travel, secondo cui ogni anno 2 milioni di italiani simulano vacanze e lusso sui propri profili social, mostrando foto e video di viaggi, ristoranti, auto e discoteche senza esserci mai stati. Una tendenza sempre più diffusa in Italia, fatta di selfie e fotomontaggi in luoghi da sogno e con personaggi famosi, che l’autore ha messo in pratica all’insaputa dei propri follower per mostrare come sia possibile utilizzare i social media in modo distorto e ingannevole.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

«Qualche settimana fa mi è capitato di leggere un articolo sui Fake Travel, ovvero la tendenza esplosa negli ultimi anni secondo cui molte persone fingono di andare in vacanza e mostrano sui social viaggi che in realtà non hanno mai fatto – spiega Roberto Esposito nel video, che in pochi giorni ha superato le 40mila visualizzazioni su Facebook – Se da un lato si dice che ciò che non si trova online è come se non fosse mai esistito, dall’altro tutto ciò che viene pubblicato sui social diventa la verità. Ma quanto è difficile inscenare una falsa vacanza? E come si fa a capire se quello che stiamo guardando sui social è reale? Per scoprirlo guardate il mio esperimento».

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl