Salernitana – Verona, prevendita record. Staccati oltre 12mila biglietti

Prevendita boom per la finale di ritorno dei play off: nel primo giorno e mezzo, sono stati staccati oltre 12.000 biglietti. Il dato fotografa la situazione alle 13.00 di oggi. La Salernitana ha ripreso la preparazione questa mattina sul prato dello stadio Arechi. Tutti a disposizione di mister Breda, eccezion fatta per Ayres, fermo ai box.

Nel pomeriggio di oggi la squadra si trasferirà nel ritiro di Matera; farà ritorno a Salerno nella giornata di sabato.

Ultimi aggiornamenti formazione

La Salernitana crede nell’operazione rimonta e per questo è già in fermento l’organizzazione della gara di ritorno. Mister Breda e il diesse Salerno valutano la possibilità di effettuare un mini ritiro per poter preparare al meglio, con serenità, l’incontro decisivo di domenica prossima.

In un Arechi che sarà sicuramente un catino infernale, il trainer granata e i suoi ragazzi dovranno impostare una gara d’attacco, senza però concedere il fianco alle ripartenze degli scaligeri, come ha invece fatto il Sorrento in semifinale. Senza Caglioni, toccherà a Iuliano difendere i pali della Salernitana, che assolutamente non potrà permettersi il lusso di subire gol.

E il portierone originario di Pagani già nei minuti giocati al Bentegodi ha dimostrato di essere pienamente in clima finale. Senza Accursi ed Altobello, in difesa Breda rispolvererà Peccarisi e Murolo, già in campo assieme a Jefferson a Ravenna, di recente.

Al posto di Montervino, dovrebbe tornare D’Alterio sull’out di destra, a meno che Breda non voglia osare inserendo un giocatore con caratteristiche più offensive, come Aurelio. Al centro Carcuro non è in condizioni ottimali e si vede, Szatmari potrebbe dare qualità ma di certo non garantisce granchè in fase di copertura.

Conferma in vista ovviamente per un Carrus parso in ripresa dal punto di vista fisico e per Pippa, che sarà chiamato a spingere di più sull’out mancino. In avanti si farà il possibile per recuperare Fabinho, Ragusa e Fava devono svegliarsi perché la Salernitana ha bisogno delle loro giocate e dei loro gol. In alternativa pronti Montalto e Montella, due giocatori che “vedono” di più la porta, ma che di certo non hanno i 90 minuti nelle gambe.

Stadio Arechi blindato

Lo stadio Arechi sarà blindato ma tutta l’area attorno all’impianto di Via Allende verrà controllata dalle forze dell’ordine prima, durante e dopo Salernitana – Verona. Forze dell’Ordine che in queste ore stanno pianificando la migliore strategia per prevenire ogni tipo di incidente. La giornata di domenica sarà da bollino rosso. Abbiamo già detto che verranno installati i container per dividere i vari settori e limitare al massimo le possibilità di contatto tra le tifoserie. Restano, però, alcuni nodi da sciogliere: il primo riguarda la tifoseria ospite che raggiungerà Salerno in vari modi pullman, pulmini, macchine private.

Sarebbe stato fissato un ritrovo per raggiungere Salerno in modo compatto e comunque con la supervisione delle forze dell’ordine Venete e non solo. Il concentramento sarebbe previsto intorno alle 12 all’interno dell’area di servizio “La Macchia Ovest”, tra Roma e Frosinone. In fase di organizzazione anche dei charter, come quello, al costo di 180 euro ma anche qui ci si muoverà solo con il via libera delle due Questure sia in fase di decollo che di atterraggio. L’altro nodo riguarda la squadra del Verona che raggiungerà la Campania nella giornata di sabato. Il club scaligero sta cercando soluzioni sicure per trascorrere la vigilia senza problemi ed anche in considerazione del fatto che il match si giocherà alle 18.

L’altra nodo da sciogliere riguarda la viabilità attorno allo stadio Arechi e la questione parcheggi. Su questo aspetto si sta già lavorando per trovare soluzioni alla carenza di posti auto attorno allo stadio considerato il grande afflusso di pubblico previsto domenica e della mancanza dei posti auto lì dove sta sorgendo il porto Marina d’Arechi ed interessato da lavori.

I tifosi del Verona verranno collocati nella parte bassa del settore ospiti, quello con la rete di protezione. Le forze dell’ordine stanno pianificando tutto nei minimi dettagli e tutte le eventualità che andranno a determinarsi dopo il 90esimo.

Breda confida nel secondo tempo:”Dobbiamo trovare la forza che abbiamo dentro”

Roberto Breda,  prima di partire al fianco della squadra in quel di Matera,  si sofferma con i giornalisti al termine del primo ed ultimo allenamento cittadino, all’Arechi.

Il tecnico granata, e’ consapevole della difficolta’ dell’impresa da compiere,  ma al contempo fiducioso sulle qualita’ della propria squadra:” E’ un’impresa difficile ma non impossibile,  possiamo farcela-ha dichiarato Breda-dobbiamo trovare la forza dentro di noi per vincere la gara. In merito a possibili variabili tecnico-tattiche da apportare a causa delle defezioni in chiave formazione,  dovute alle squalifiche di quattro giocatori titolari, il tecnico trevigiano non si fascia la testa e mostra di nutrire grande fiducia nei sostituti:”Non cambieremo modulo,  dentro di noi abbiamo acquisito delle certezze.

Nei momenti di difficolta’ che hanno condizionato l’intera annata calcistica,  la mia squadra e’ sempre riuscita a uscirne fuori con grande determinazione. Il Verona potra’ anche cambiare atteggiamento tattico rispetto alla gara di andata, ma la Salernitana deve pensare solo alla partita ed a giocare come sa fare”. Breda poi alla domanda sull’eventuale ricetta a cui attenersi per coronare il sogno della promozione,  si lascia andare:”La ricetta e’ fare due goal in piu’ rispetto all’avversario”

Piovono le minacce razziste sui forum veronesi

L’ira dei tifosi granata si è scatenata nel pomeriggio di ieri, quando alcuni tifosi hanno notato un post provocatorio sul forum ufficiale dell’Hellas Verona. A scrivere è un uomo veronese, che si definisce ultras pubblicando le seguenti parole:

“Butei, questo topic è dedicato agli scarabei stercorari, scarafaggi schifosi che vivono nei loro stessi escrementi, escono solo di notte, spiano, e al primo segno di pericolo corrono a nascondersi nella loro tana di merda. Chi li conosce li evita.

Ho scoperto che tra i tanti spioni del forum c’è n’è uno in particolare che corrisponde perfettamente ai requisiti dello scarafaggio stercorario. Gestisce un blog e si fa chiamare giodoc. Il mio messaggio è dedicato a te, schifoso essere.
Io non sono e non ho mai preteso di essere inafferrabile. Non sono tanto bravo con il computer, non sono capace di trovare i tuoi dati, oppure una tua foto che mostri il tuo fetido muso da mangiamerda. Al contrario, io sul forum H/=V inserisco senza problemi le mie foto ed i miei dati. Perchè io non delego nessuno a risolvere i miei problemi. L’ho sempre fatto da solo e così continuerà ed essere. Io non consiglio ad altri di suggerire ad un amico un buon ristorante, lo affronto a viso aperto e lo faccio da solo. Io non mi nascondo dietro una tastiera, da oltre 30 anni ogni 2 domeniche sono in ringhiera al Bentegodi. Quasi tutte le altre domeniche le passo visitando stadi che somigliano più a fogne, in Italia e, a volte, in Europa. Domenica prossima sarò ancora in prima linea in quella cloaca che è la tua tana in campania.
Visto che tu conosci la mia faccia, i miei dati, e sai tutto di me, vienimi di fronte e trova il coraggio di farmi sapere che sei quel bastardo terrone che si fa chiamare giodoc. Così ne parliamo a quattr’occhi, io e te da soli, a mani nude.
E ti ribadirò anche il mio concetto, da te travisato, rispetto ai 4 luridi bastardi arrostiti nel ’99. Non ce l’avevo con loro in particolare, mi spiace solo che siano stati solo 4 anzichè 4000.
La mia opinione sull’unità d’Italia la conosci già, vero?”

I gruppi ultras di Bari e Monopoli, gemellati da anni con la curva sud salernitana, sono pronti a gremire le gradinate dell’Arechi, “pur di non farla passare liscia ai veronesi”, si legge sul social network Facebook. Mentre, i napoletani, eterni rivali dei salernitani, sono pronti a dare manforte ai “cugini” per superare al meglio la gara contro il Verona. I gruppi organizzati della curva A rivelano:”Le parole dello pseudo-tifoso veronese intaccano in pieno la “mentalità ultras”, noi saremo presenti all’Arechi”. Pubblicato un manifesto direttamente dai gruppi ultras veronesi organizzati, dove sottolineano l’importanza di arrivare a Salerno tutti uniti, tutti alla stessa ora.