• Home
  • Attualità
  • Giornata della Biodiversità, Paideia Campus festeggia primo anno di attività a Pollica

Giornata della Biodiversità, Paideia Campus festeggia primo anno di attività a Pollica

di Antonio Vuolo

Nella Giornata Mondiale della Biodiversità il Paideia Campus festeggia il primo anno di attività a Pollica, nel cuore del Cilento. Per l’occasione Future Food Institute, in collaborazione con la Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, organizza la EU AgriFood Week, dieci giorni di iniziative itineranti incentrate sulla creazione di una One Health europea sostenibile attraverso un sistema agroalimentare più resiliente e inclusivo con eventi, incontri e dibattiti che verteranno sul ruolo strategico del settore agroalimentare europeo.

Numerose le visite in programma (Napoli, Procida, Pollica, Castellabate, la Piana del Sele e Capaccio-Paestum) che permetteranno di celebrare la meravigliosa diversità di anime dell’agricoltura campana, tra agricoltori eroici, biodistretti e consorzi di tutela, organizzazioni di produttori o agroindustrie leader europee nella produzione di quarta gamma.

Cuore della manifestazione è RegenerAction quattro giorni di incontri, seminari e workshop sul tema della Rigenerazione Ecologica Integrale organizzati da Future Food Institute e Comune di Pollica. L’evento si terrà dal 20 al 23 maggio ed è ospitato a Pollica, comunità Emblematica Unesco della Dieta Mediterranea, nel Castello dei Principi Capano. Esperti da tutto il mondo e giovani innovatori, leader industriali e politici, agricoltori, scienziati, rappresentanti delle Nazioni Unite, giornalisti, insieme per condividere visioni e buone pratiche, e diffondere le opportunità e le azioni che la Next Generation EU sta mettendo in atto per rigenerare l’Europa, motore del cambiamento ed equilibrio del mondo.

La giornata di sabato 21 maggio (alle ore 10) sarà aperta dalla conferenza “La Rigenerazione parte dalle aree marginali”. Interverranno Stefano Pisani, Sindaco di Pollica, Luca Bianchi, direttore generale Svimez, Alessandra Pesce, dirigente di ricerca Crea, Gennarino Masiello, presidente Coldiretti Campania, Giuseppe Ambrosio, direttore generale Mipaaf, Giuseppe Orefice, del comitato esecutivo Slow Food, Teresa Del Giudice, presidente Associazione Scientifica Centro di Portici e Professore di economia ed estimo rurale dell’università di Napoli Federico II. A seguire la presentazione del nuovo hub nazionale Agritech, inserito nel quadro di interventi del Pnrr, e il workshop “Azioni per Valorizzare le Donne nell’Agritech”: il Future Food Institute è infatti l’ente promotore dell‘Empowering Women in Agri Food Program di EIT Food della Commissione Europea ed ospiterà il programma in Campania, nel Paideia Campus di Pollica.

Il 21 la serata terminerà alla Marina di Acciaroli con un momento all’insegna della vita mediterranea tra passato, presente e futuro, in occasione dell’evento di presentazione del progetto “la Feltrinelli del Mediterraneo”.

Le iniziative di domenica 22 maggio, giornata mondiale della Biodiversità, partiranno alle 10 con il forum “Mediterraneità: semi di futuro per uno sviluppo sostenibile” che vedrà la presenza di Gennaro Migliore, presidente dell’Assemblea parlamentare del Mediterraneo e Vito Borelli, vice-capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea; poi un focus sulla Food Diplomacy, con un intervento video di Maurizio Martina, Special advisor e vicedirettore generale aggiunto alla FAO e la partecipazione di Gerda Verburg – ex segretario generale delle Nazioni Unite e coordinatore dello Scaling Up Nutrition (Sun) Movement, Novytska Mariia Volodymyrivna, coordinatore regionale delle relazioni pubbliche, commissario per i diritti umani del Parlamento ucraino e Chris Richmond Nzi, founder di Mygrants.

Il 23 maggio, a Castellabate, RegenerAction terminerà con un momento dedicato alla pesca e alla tutela delle aree marine del mediterraneo.

Dal 26 al 29 maggio l’Agrifood Week si sposta a Capaccio Paestum, in occasione di DMed il Salone della Dieta Mediterranea, un evento che vuole diffondere il patrimonio “Dieta Mediterranea” come stile di vita e di sviluppo territoriale sano e sostenibile, creando consapevolezza negli operatori del settore, dando risalto a numerosi attori del mondo scientifico, istituzionale e privato che da anni si adoperano per la sua tutela e valorizzazione.

In particolare, il 26 e 27 maggio, dalle 10 alle 17, si terrà un hackathon organizzato dal Future Food Institute assieme al Centro Studi Dieta Mediterranea, con il supporto di Coldiretti Campania, che vedrà coinvolti gli studenti di Istituti alberghieri, turistici, sportivi e agrari dove i ragazzi daranno vita a nuove idee per interpretare in modo concreto la Dieta Mediterranea e diffonderla nelle nuove generazioni come stile di vita sano e sostenibile. La premiazione dei progetti vincitori avverrà venerdì 27 maggio alla presenza dell’ambasciatore Antonio Parenti, capo della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, e delle istituzioni locali.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019