• Home
  • Politica
  • Il Partito Democratico di Agropoli apre le porte ai giovani

Il Partito Democratico di Agropoli apre le porte ai giovani

di Federico Martino

A spiegare le motivazioni della nascita e le immediate iniziative è lo stesso Filippo Romanelli.  «Si fa un gran parlare della disaffezione alla politica, di disinteresse dei ragazzi verso la cosa pubblica – afferma Romanelli – Il PD vuole rispondere e rilancia l’iniziativa al fine di avvicinare i ragazzi, coinvolgerli e renderli protagonisti della costruzione dell’alternativa. In un momento di difficoltà del paese, crisi economica, negata per due anni dal Governo e poi fatta pagare con una manovra lacrime e sangue ai soliti (pubblico impiego e redditi medio-bassi) crescita zero e tasso di disoccupazione record (mai così male da 10 anni e 7 degli ultimi 9 governati dalla destra)  con i continui attacchi del premier e della sua maggioranza alla magistratura e alla stampa (ddl sulle intercettazioni, contro cui il PD e tutta l’opposizione unita condurranno una lotta senza quartiere), la distruzione della scuola e dell’Università pubblica con dissennati tagli alla ricerca (che dovrebbe costituire, con l’istruzione, il cuore e il futuro di un paese moderno e democratico) e il vergognoso e sistematico oltraggio alla carta costituzionale (su cui pure il premier aveva giurato), rimanere in silenzio non e’ possibile! “Odio gli indifferenti” scriveva Gramsci nei suoi quaderni giovanili: voltarsi per non guardare è immorale, non impegnarsi per costruire ora un paese migliore in cui vivere è da ignavi e il Partito Democratico deve avere l’ambizione di proporsi come motore trainante della costruzione di un’Italia migliore ripartendo dai territori, dalle singole realtà locali, per poi convergere nel progetto unitario di alternativa. Il Partito Democratico agropolese invita i giovani all’impegno e alla partecipazione, rilancia la sfida e vuole crescere insieme ai ragazzi che hanno voglia di essere l’anima di questa crescita. Il tesseramento è aperto: costruiamo insieme l’alternativa»

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019