• Home
  • Comuni
  • Centola-Palinuro
  • I versi di Dante recitati dall’attore Del Gaudio e la consegna del defibrillatore alla città di Palinuro

I versi di Dante recitati dall’attore Del Gaudio e la consegna del defibrillatore alla città di Palinuro

di Marianna Vallone

Un defibrillatore è stato donato alla città di Palinuro dall’associazione A.I.NET che si occupa da anni di sostenere la ricerca e lo studio scientifico dei tumori neuroendocrini. L’evento, che si è svolto nella splendida cornice il 24 agosto al lido Bellavista, a Caprioli, ha visto anche la presenza dell’attore Giuliano Del Gaudio che per l’occasione ha recitato il 33esimo Canto del Paradiso della Divina Commedia regalando al pubblico un momento di speranza e grandi emozioni.

La manifestazione, voluta dall’organizzazione di volontariato A.I.NET (Vivere la Speranza, Amici di Emanuele Cicio, Associazione Italiana Tumori Neuroendocrini) per consegnare alla città di Palinuro un defibrillatore, ha visto la partecipazione del sindaco di Centola, Carmelo Stanziola, che ha ricevuto lo strumento da Maria Pia Brizzi, coordinatrice della sezione A.I.NET Piemonte-Valle d’Aosta. Presente anche il direttore generale dell’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” di Napoli, Attilio Bianchi.

«E’ stata una serata speciale. – ha commentato Del Gaudio – Come lo è l’associazione A.I.NET. E’ stato un bellissimo evento. Sto portando avanti il mio progetto su Dante, che arriverà anche a Perugia. Il mio desiderio è farlo un giorno al Vaticano davanti al Papa».

Del Gaudio, diplomato all’accademia d’Arte drammatica del teatro Bellini di Napoli e alla scuola del Cinema della Ribalta di Napoli, conosce più di mille versi a memoria della Divina Commedia. Lo scorso 15 agosto ha recitato Il canto che si apre con l’invocazione alla Vergine, anche in piazza San Domenico a Marina di Camerota.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019