• Home
  • Attualità
  • Il premier Draghi ricorda Angelo Vassallo: «Esempio contro la lotta alla criminalità»

Il premier Draghi ricorda Angelo Vassallo: «Esempio contro la lotta alla criminalità»

di Antonio Vuolo

“Il suo ricordo è un tributo a tutti i sindaci impegnati quotidianamente nella lotta contro la criminalità”. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha ricordato con queste parole, nel corso della XXXVIII Assemblea nazionale dell’Anci, a Parma, il primo cittadino di Pollica, Angelo Vassallo, ucciso il 5 settembre 2010 da magni ancora ignote alla giustizia. Draghi, presente all’assemblea nazionale dei comuni italiani, intervenendo sul ruolo e sull’importanza dei sindaci, ha voluto ricordare proprio il sindaco pescatore per il suo impegno a difesa della legalità. “Penso ad Angelo Vassallo, primo cittadino di Pollica, ucciso brutalmente Enel 2010. Il suo ricordo è un tributo a tutti i sindaci impegnati quotidianamente nella lotta contro la criminalità” ha precisato Draghi, aggiungendo poi come oggi i sindaci continuano “ad essere un presidio di legalità perché sanno che senza il rispetto della legge vengono meno le basi del vivere civile”.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019