Il fratello di Vassallo: «Da oggi inizia la mia campagna elettorale contro il Pd»

«Non votateli mai più», dice Dario Vassallo, fratello del sindaco pescatore, ucciso il 5 settembre 2010 con nove colpi di pistola. Dario si scaglia contro il Partito democratico che – sostiene – lo ha lasciato solo ed è rimasta in silenzio (Angelo militava nel Pd, ndr) ed annuncia di dare vita ad una campagna elettorale contro il partito. «Ieri è stato il compleanno di Angelo, oggi il mio. – scrive – Non è un giorno particolare, sia perché gli anni inesorabilmente passano, sia perché non vedo la luce che possa dare la speranza a questo Paese e che possa aiutarci per arrivare alla verità. Non c’è stata la volontà politica di cercare la verità sull’uccisione di Angelo».

«Quando un partito permette la sagra del pesce, lo scempio del Giglio marino, la non costituzione di parte civile nel processo ” Due Torri bis e Strade Fantasma”, significa una sola cosa. – continua Dario – Sta dall’altra parte. Da oggi inizia la mia personale campagna elettorale contro il Partito Democratico. L’obiettivo 1 milione di voti in meno a questo che fu il Partito di mio fratello. Non ci credete? Vediamo», conclude.

©Riproduzione riservata