• Home
  • Cronaca
  • Tredicenne cade dalla barca e finisce sotto l’elica: tranciata una gamba

Tredicenne cade dalla barca e finisce sotto l’elica: tranciata una gamba

di Redazione

Nel pomeriggio di ieri un ragazzino è scivolato in mare dalla barca su cui si trovava con la sua famiglia, finendo proprio sotto l’elica. Cadendo dalla poppa del gozzo lungo circa sei metri, in località Pozzallo, il tredicenne ha avuto la tragica sfortuna di ritrovarsi con la gamba destra sotto l’elica. L’arto è stato  tranciato. Attirato dalle urla dei genitori, un diportista si è immediatamente avvicinato e ha caricato la vittima sul proprio gommone. Arrivati al porto di Marina di Camerota non si sono trovati medici disponibili. Il primo e, per forza di cose, inadeguato soccorso è stato effettuato dalle persone presenti: bagnanti, volontari, operai portuali. Il 118 ha comunicato che in quel momento non ci fossero ambulanze sul posto, in grado di intervenire. Erano tutte impegnate. E’ stato necessario attendere per tre quarti d’ora l’arrivo di un’ambulanza rianimativa da Vallo della Lucania, che dista circa 40 chilometri. Pare che la prima chiamata di emergenza sia partita già un quarto d’ora prima dell’arrivo al porto; ciò, a quanto risulta dalla dinamica delle operazioni di soccorso, non è stato sufficiente a garantire un’adeguata presenza di unità di soccorso. Non c’era un medico all’arrivo del gommone.
Sull’accaduto, la Capitaneria di Porto ha aperto un’inchiesta.

Intanto Domenico Bortone, sindaco di Camerota, ha sottolineato l’ impellente necessità di potenziare i servizi di emergenza. Su un territorio che comprende circa 200 mila persone, ci sono due ambulanze operative.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019