• Home
  • Attualità
  • Intervento riuscito per Elisa, bimba di 5 anni operata grazie a una gara di solidarietà

Intervento riuscito per Elisa, bimba di 5 anni operata grazie a una gara di solidarietà

di Redazione

di Maria Emilia Cobucci

La città di Sapri e l’intero Golfo di Policastro hanno dato ampia prova nei giorni scorsi di una grande solidarietà nei confronti dei bambini meno fortunati. In particolare di Elisa Crivella, una bambina francese di 5 anni nata prematura e in circostanze complicate. La bimba fin dai primi mesi di vita infatti ha presentato una Diplegia spastica. Una patologia neurologica che le impediva di muoversi in modo adeguato. Poteva camminare, infatti, solo se aiutata da un piccolo deambulatore che le permetteva di compiere quei piccoli gesti che risultano normali a tutti i bambini. Una situazione molto delicata alla quale i familiari, originari di Sapri ma da anni residenti in Francia, hanno deciso di porre fine.

Elisa poteva sottoporsi a un intervento chirurgico che le avrebbe permesso di recuperare tra il 50 e l’80 per cento della funzione motoria della gambe. Un’operazione però dal costo molto elevato per la quale occorrevano 30mila euro. Da qui la necessità delle famiglia di iniziare una raccolta fondi realizzata dall’Associazione “Forza Elisa”. Una notizia che si è diffusa in breve tempo e che ha permesso di mettere in moto la macchina della solidarietà anche nella Città di Sapri. E a farsi promotrice di tale iniziativa è stata l’associazione Onlus “Una goccia nell’Oceano” che ha partecipare attivamente alla raccolta della somma di denaro necessaria per effettuare l’intervento.

«Abbiamo accolto con entusiasmo la richiesta di aiuto lanciata dal padre – ha dichiarato Anna Petraglia, presidente dell’associazione onlus “Una goccia nell’Oceano” – Elisa in questi anni ha dovuto subire diversi interventi ma questo è stato il più importante. Di fronte a tale situazione abbiamo fatto gruppo e siamo riusciti a raccogliere la nostra goccia».

Un gesto di solidarietà che unito a tutti gli altri ha permesso alla famiglia di raggiungere e superare la cifra dei 30mila grazie alla quale Elisa si è potuta sottoporre con successo, lo scorso 24 marzo, all’intervento chirurgico effettuato dal neurochirurgo Haberl presso la città di Bonn in Germania. «L’intervento è riuscito perfettamente – ha poi aggiunto Anna Petraglia – sicuramente la degenza sarà lunga ma i medici hanno assicurato che recupererà l’80 per cento della funzione motoria». Una notizia che ha reso felice anche Elena Bronzi, familiare di Sapri della «Subito dopo l’intervento ho telefonato il nonno di Elisa che mi ha assicurato che l’intervento si è concluso in maniera eccellente con grande soddisfazione del neurochirurgo. Da parte dell’intera famiglia è arrivato un ringraziamento da rivolgere a tutti coloro che si sono adoperati per Elisa».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019