Investe e uccide quattro cinghiali nel Cilento, poi scappa via: è caccia al pirata

Infante viaggi

Ieri notte un’automobilista ha investito e ucciso quattro cuccioli di cinghiale in zona bivio di Acquavella nel Cilento. Lo scontro non ha lasciato scampo agli animali che sono rimasti a terra privi di vita. Il conducente non si è fermato a prestare soccorso, né tantomeno a controllare le condizioni dei cinghiali o della sua vettura. L’urto ha sicuramente causato danni alla macchina. I cinghiali stavano attraversando la strada in una località in agro del comune di Casalvelino. Il fatto sarebbe accaduto intorno alle 22.30. I cinghiali sono stati scoperti e rinvenuti da altri automobilisti. «E’ vergognoso che chiunque sia stato non si è fermato per soccorrere gli animali – hanno dichiarato gli abitanti del posto -. Non è questione di sensibilità: ci sono precise norme del Codice della strada che stabiliscono l’obbligo di fermarsi in caso di incidente che coinvolga animali d’affezione, reddito o protetti». Infatti, con la modifica del Codice della strada, entrata in vigore a dicembre 2012, è stato introdotto l’obbligo «per chiunque di fermarsi e soccorrere un animale ferito». «Se, pertanto, si assiste o si è coinvolti in un incidente stradale – si legge sul Codice – che provoca danni ad animali, che siano di proprietà o meno, o si assiste ad un’omissione di soccorso di animali feriti, dopo aver contattato il servizio veterinario dell’Asl di competenza territoriale al fine di assicurarne un tempestivo intervento di soccorso, è opportuno coinvolgere le forze di polizia e raccogliere il numero più elevato possibile di prove».

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro