Italo e Frecciarossa, 8 le fermate-tappa nel Cilento

3127

Saranno otto le fermate dei treni ad alta velocità a far tappa nel Cilento a partire dal prossimo 14 giugno. «Il risultato è frutto dell’attenzione mostrata dai vettori Frecciarossa e Italo verso il comune intento di rilanciare il comparto turistico, anche attraverso la promozione e la valorizzazione del turismo interno». A dirlo è il senatore dei Cinque Stelle, Franco Castiello.

A partire da domenica ciascuno dei vettori operanti nel trasporto passeggeri ad alta velocità ha programmato la partenza di due convogli in direzione Sud – con origine Tornio e destinazione Reggio Calabria – e altrettanti in direzione Nord, con partenza dalla Calabria e con destinazione il capoluogo piemontese. Ciascuno dei convogli agevolerà il flusso turistico e più in generale lo spostamento da e verso il Cilento, grazie alle fermate previste nelle stazioni nelle stazioni di Agropoli, Vallo della Lucania, Pisciotta-Palinuro e Sapri.

«Le agenzie di viaggio e i portali online hanno già messo in vendita i biglietti per accedere al servizio, promuovendo tra l’altro offerte flessibili e su misura per i viaggiatori che quest’anno scelgono di trascorrere le vacanze nel Belpaese», spiega Castiello. Allo stato, la programmazione estiva dei vettori veloci garantirà il servizio fino a settembre, mentre, Italo Treno ha già reso nota la possibilità di proseguire il servizio anche durante il periodo della bassa stagione ovvero durante l’inverno.

In occasione della prima fermata di Italo Treno nelle stazioni Cilentane, una delegazione istituzionale del Movimento 5 Stelle composta da Francesco Castiello, Felicia Gaudiano e Michele Cammarano, consigliere della Regione Campania, accoglieranno l’arrivo di Italo alla Stazione di Sapri e proseguiranno verso Vallo della Lucania a bordo del convoglio che lascerà il Golfo di Policastro alle 10:09 per giungere a Vallo alle 10:40.

«Come delegato – ha detto Castiello – ho profuso il mio più costante e metodico impegno nel garantire nuove e più celeri vie di comunicazione da e verso il Cilento. Quest’area non è solo meta turistica ma un territorio abitato da cittadini che manifestano – sempre più – esigenze di spostamento rapido da e verso i centri urbani più grandi. Con l’attivazione di questo servizio mi posso ritenere soddisfatto di aver ottenuto un risultato concreto per il mio territorio e la mia comunità».

©Riproduzione riservata