La storia di Sanza in un libro, dalla preistoria alla metà del Novecento

| di
La storia di Sanza in un libro, dalla preistoria alla metà del Novecento

Un testo che dovrà essere letto e studiato, gelosamente conservato, da ogni famiglia di Sanza. E’ questo il desiderio e l’auspicio dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vittorio Esposito che nelle scorse ore ha preso visione del libro: “Sanza, linee di una storia dalle origini alla seconda metà del novecento” commissionato allo storico locale prof. Felice Fusco, edito da Zaccara. Fresco di stampa il volume di oltre 500 pagine commissionato dal Comune di Sanza, ripercorre la storia locale del borgo. Un lavoro prezioso che l’amministrazione comunale ha inteso donare alla comunità, per non smarrire le origini. Il testo ricco di note, frutto di una ricerca storia approfondita, è un viaggio nel tempo dalla Preistoria ripercorrendo i segni lasciati dagli antenati della comunità locale con i suoi personaggi illustri e le vicende che hanno segnato la storia d’Italia, da Pisacane a Tommaso Ciorciari, fino alla metà degli anni ’70 del secolo scorso. Un lavoro prezioso che restituisce alla comunità quel necessario patrimonio di tradizioni di fatti e circostanze che hanno portato alla Sanza dell’oggi.

Il sindaco Vittorio Esposito nel ringraziare pubblicamente Felice Fusco per il lavoro di ricerca e narrazione, ha annunciato che a breve il volume sarà presentato alla comunità nel corso di un convegno pubblico e quindi si procederà a donarne copia per ogni famiglia. “Il nostro percorso di valorizzazione del Borgo di Sanza passa dall’esigenza di riportare al presente il prezioso ed articolato passato di una comunità laboriosa, impegnata socialmente e politicamente. Un viaggio nel tempo che restituisce dignità e valore a contadini, pastori, artigiani, professionisti. Soldati e patrioti. Mamme, donne, lavoratrici e braccianti. Giovani, sognatori, emigranti ed amministratori. Eroi e gente comune che insieme, in un abbraccio corale hanno costruito, giorno per giorno, nei secoli, Sanza Borgo dell’accoglienza. Un grazie sincero con stima ed ammirazione allo storico prof. Felice Fusco che ha saputo trasformare quel desiderio manifestato dall’amministrazione comunale di riconnettere il passato al presente, in pagine di storia locale che saranno da oggi in avanti lo scrigno prezioso che i nostri concittadini sapranno custodire gelosamente», ha affermato il sindaco Esposito. L’amministrazione comunale è impegnata nell’organizzazione di un convegno di alto profilo che sarà realizzato entro la fine dell’anno in corso per presentare ufficialmente il volume e farne dono alla comunità.


©Riproduzione riservata