La The Bordello Rock ‘n’ Roll Band torna con un 45 giri in digitale “La dura vita delle rockstar” / “Come Fred”

Infante viaggi

Dopo l’uscita del videoclip ufficiale di “La dura vita delle rockstar”, torna la The Bordello Rock ‘n’ Roll Band con un 45 giri in digitale in download gratuito: “La dura vita delle rockstar” / “Come Fred”. «Nati come cover band anni ‘50/’60, un’epoca in cui i singoli avevano molto più valore, rispetto agli album, abbiamo deciso fosse logico, per noi, rilasciare un 45 giri, come era consono fare ai tempi. Quindi, due brani: un lato A, che dovrebbe rappresentare la canzone di punta dell’operazione, e un lato B che, in un futuro, si spera, possa diventare una chicca per i fan, come accaduto già con una miriade di brani di band quali i Beatles, a cui ci ispiriamo profondamente».


L’idea nasce anche dalla de-evoluzione che, soprattutto grazie a internet, sta subendo il mercato discografico, sempre meno attento a opere complesse, a favore di brani mordi-e-fuggi da inserire, spesso senza un reale senso, all’intero di playlist che non rendono giustizia a lavori di più ampio respiro. «Negli ultimi anni abbiamo subito un appassimento della foga con cui, precedentemente alla diffusione di internet, si ricercava musica, in maniera attiva: abbiamo tutto a portata di mano, con le playlist Spotify; ci siamo trasformati in ascoltatori passivi, un po’ come accadeva con i singoli dei juke-box nei 50’s/60’s, ma ora in maniera massiva. Abbiamo messo da parte la rivoluzione di “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band”, quando i Beatles si imponevano sul mercato (principalmente statunitense) per cui il loro album non fosse smembrato (tanto da portarli a scegliere di non pubblicare nessuno dei brani come singolo), ma fosse offerto al pubblico così com’era, dalla prima all’ultima canzone». E, proprio come i 45 giri fisici, composti da due cover differenti, per lato A e lato B, anche “La dura vita delle rockstar” / “Come Fred” si presenta con una doppia grafica, a cura di Charlie Comics (nome d’arte dell’illustratore Carlo Casaburi), già collaboratore del sito Cartoon Movement e attivo su SputnInk, collettivo di vignettisti che guida insieme a Riccardo Marinucci (in arte VignettaRu) e Virginia Cabras (in arte Alagon).

  • Vea ricambi Bellizzi

LE CANZONI“La dura vita delle rockstar” e “Come Fred”, sebbene partano dallo stesso background, sono due brani dissimili, fra loro: il primo, è uno sfrontato punk garage a là Strokes; il secondo, un brano più legato alla tradizione rock ‘n’ roll e r ‘n’ b dei 60’s, con un occhio alle produzioni Motown, ma estremizzato nella ferocia esecutiva, come da scuola Who.
Voci urlate, chitarre schizofreniche, bassi distorti e batterie martellanti sono il marchio di fabbrica di Mr. B. Sapphire (voce e chitarra), Mr. Spritz (basso e voce) e Mr. Dreher (batteria e voce).
«I due brani sono accomunati da una narrazione caciarona, sarcastica, in cui misceliamo l’italiano e il nostro dialetto cilentano, senza prenderci troppo sul serio. In “La dura vita delle rockstar” (cantata da tutti e tre) ironizziamo sulle difficoltà che hanno le band emergenti nel riuscire ad organizzare un concerto, fra trasferte chilometriche, con le macchine cariche di tutta la strumentazione, fino ai soliti battibecchi con i gestori dei locali sul prezzo da concordare. “Come Fred”, invece, è nata appositamente per partecipare al concorso “Sotto il cielo di Fred”, dedicato a Fred Buscaglione; e, così come il concorso, anche la canzone è dedicata a lui: nel brano ripercorriamo una nostra immaginaria partecipazione al contest, con un finale nefasto, per colpa della troppa barbera bevuta».

©Riproduzione riservata

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur