Luca Attanasio, Laurino ricorda l’ambasciatore ucciso in Congo

di Antonio Vuolo

«In poco tempo con la sua semplicità, nonostante il ruolo di responsabilità che ricopriva, è stato capace di entrare subito nel cuore delle persone». Lo ricorda Gianfranco Bruno, amico di Luca Attanasio, l’ambasciatore ucciso in Congo. Lo ha fatto nel corso di una messa che si è celebrata a Laurino.

«Per me era un amico caro che sentivo tutte le settimane e che mi trasmetteva serenità anche in un momento di sconforto come quello che stiamo affrontando in questo periodo a causa della pandemia», ha detto Bruno che ricorda la telefonata di Attanasio quando gli annunciò che sarebbe stato nel Cilento. «’Vengo in Italia, voglio venire a trovarti’ e ha mantenuto la promessa. Dopo un mese Luca era nel Cilento, amore a prima, infatti lasciò questa terra dicendo ‘ti chiamerò perché voglio tornarci anche con le bimbe’».

«Abbiamo voluto ricordarlo in questa santa messa. – ha aggiunto Bruno – Luca ha bisogno di preghiere affinché il Signore lo accolga tra le sue braccia e dal paradiso possa continuare la sua missione, aiutare e amare i nostri fratelli in una terra spesso dimenticata».



La comunità di Laurino ha ricordato Attanasio e le altre due vittime dell’agguato, il carabiniere Vittorio Iacovacci e  l’autista congolese, Mustapha Milambo, con una messa celebrata oggi, alle 11.30,  nella chiesa di Santa Maria Maggiore a Laurino, dal parroco don Loreto Ferrarese. Era presente anche il sindaco Romano Gregorio che ha ricordato Attanasio con un pensiero sentito e commovente ricordando la visita dell’ambasciatore a Laurino.

Don Franco Facchini, giunto dalla Legione Carabinieri Campana portando anche i saluti del generale legione Campania Maurizio Stefanizi. Don Franco, colonnello dei carabinieri e cappellano militare, ha celebrato la santa messa insieme a don Loreto Ferrarese, parroco di Laurino.

Alla celebrazione hanno preso parte anche il capitano dei carabinieri di Vallo della Lucania, Annarita d’Ambrosio che ha recitato la preghiera del carabiniere e il comandante della stazione di Laurino, il maresciallo Luca Fortunato e il maresciallo del Corpo forestale Ermenegildo Infante e il maresciallo Giuseppe Sansone, comandante della stazione carabinieri di Palinuro. Presente anche il giornalista e presidente dell’associazione Elaia, Vincenzo Rubano, amico di Attanasio.

©Riproduzione riservata