Caso Ruocco, 22 avvisi di garanzia ai medici. Domani l’autopsia

Infante viaggi

La Procura di Salerno ha emesso 22 avvisi di garanzia per la morte di Stefania Ruocco, la donna 35enne di Futani, deceduta lo scorso 11 maggio, sette giorni dopo aver dato alla luce, una settimana prima, la sua terzogenita. Gli avvisi di garanzia sono stati fatti notificare oggi dai carabinieri ai medici dell’azienda ospedaliera-universitaria di Salerno, ”San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, e riguardano ginecologi, urologi, chirurghi anestesisti ed ostetriche del nosocomio salernitano. Intanto è fissata per domani  l’autopsia sul corpo della donna.

Un passo indietro

Il dramma di Stefania era iniziato il 4 maggio scorso: la donna si era recata a fare una visita di controllo all’ospedale di Vallo della Lucania, dove è stata invitata a trattenersi per partorire visto che i tempi erano maturi. Stefania però ha preferito trasferirsi al Ruggi, dove lavora il suo ginecologo di fiducia. Dunque ha firmato per uscire e nel pomeriggio si è presentata all’altro ospedale.

  • assicurazioni assitur

La donna, che nelle due precedenti gravidanze non aveva avuto complicazioni, era serena: in serata ha partorito la sua bambina che è apparsa subito in ottimo stato di salute. Della mamma però, ai familiari non è stata data alcuna notizia. Solo alle 2 e 30 del mattino i medici hanno riferito al marito che, a causa di sopraggiunte complicazioni, era stato necessario effettuare un’isterectomia totale. In seguito all’aggravarsi delle sue condizioni, la mattina dopo si è deciso di sottoporla a un nuovo intervento per saturare una serie di emorragie e per ricostruire la vescica, dilaniata durante il parto. Il primo di una serie di interventi che però sono risultati inutili: l’11 maggio la donna è deceduta, lasciando marito, una figlia neonata e due bambine di 13 e 8 anni.

Articoli correlati:

Caso Ruocco: quindici gli indagati nell’inchiesta aperta in seguito alla morte post parto di una donna di Futani
Futani, donna muore dopo il parto. La famiglia:”Vogliamo sapere la verità”
Salerno, donna di Futani muore dopo il parto

assicurazioni assitur