Delusione per turisti e cittadini!!

di Federico Martino

Presumibilmente la spiaggia scelta non era adatta, troppi sassi e la premurosa mammina ha ritenuto opportuno desistere, e alla fine la deposizione non è avvenuta, dopo l’arrivo degli esperti della stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli.
Ieri sera, dopo che gli esperti biologi marini della stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli sono stati a visionare il nido della tartaruga, c’è stato un attimo di delusione sugli occhi di tutti i presenti. Appena arrivati, gli uomini del centro recupero tartarughe, hanno visto le tracce lasciate ed erano anche loro molto impressionati dalla grandezza dell’esemplare, tutto lasciava presupporre che la scodellata di uova ( ne depongono fino a 100 ) c’era, le tracce dal mare alla buca, la buca stessa scavata era trutto regolare, nella norma. Ma, fatto strano, non si notavano segni di copertura della buca stessa. Gli uomini della stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli notando questo particolare sono rimasti alquanto perplessi. Ma la delusione è arrivata quando, scavando molto delicatamente le uova non si sono trovate. La spiegazione data è alquanto chiara e locica per chi la spiaggia l’ha vista, troppe pietre grosse sotto un primo strato di ghiaia fine, evidentemente l’esemplare ha trovato difficoltà nello scavare e quindi dopo un tentativo ci ha rinunciato. Datosi che 4 anni fa su un’altra spiaggia di Marina di Camerota è stato trovato un nido nel momento della schiusa e un cittadino filmò l’esodo verso il mare delle piccole tartarughe si spera che mamma tartaruga non si sia scoraggiata e abbia trovato un altra spiaggia a Marina dove deporre.


Per chiunque trovi tracce come quelle della foto il numero da chiamare è 081 5833111 , vi risponde la stazione zoologica e vi assicureranno una pronta assistenza.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019