• Home
  • Cronaca
  • Monte Gelbison, disperso 44enne: ultima telefonata all’amico

Monte Gelbison, disperso 44enne: ultima telefonata all’amico

di Antonio Vuolo

I carabinieri del Parco del Cilento, stazione di Vallo della Lucania, nella giornata di ieri, giovedì, hanno soccorso un 44enne, A.M. le sue iniziali, uscito per una passeggiata in montagna sul Sacro Monte Gelbison di Novi Velia, il quale, era riuscito a comunicare telefonicamente ad un amico di essersi disperso e di non riuscire a trovare la via del ritorno.

I militari giunti in località Monte Scuro, ove l’uomo aveva parcheggiato la propria autovettura, riuscivano ad udire la voce del disperso e ad individuare il punto ove si trovava. Alle operazioni di soccorso hanno partecipato anche i militari del Nucleo Operativo Radio Mobile Carabinieri di Vallo della Lucania, nonché un noto conoscitore della Montagna, Oreste Positano.

Dopo aver percorso vari chilometri di cammino e nonostante le grosse difficoltà dettate da un’orografia impervia, caratterizzata da terreno soggetto a smottamenti e da fitta vegetazione, il personale impegnato nelle operazioni di soccorso, dopo averlo tranquillizzato telefonicamente, riusciva a raggiungere il disperso alla località Scanno delle Fristole, accertandone il buono stato di salute.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019