Rinviato a giudizio il proprietario dell’ex Convento di Cadossa

| di
Rinviato a giudizio il proprietario dell’ex Convento di Cadossa

Gaetano Passarelli, 74enne titolare di un’azienda agricola nel comune di Montesano è stato rinviato a giudizio per il reato di diffamazione a mezzo stampa che sarebbe stato compiuto nei confronti di Corrado Monaco responsabile dell’ufficio tecnico comunale rappresentato in giudizio dall’avvocato Renivaldo Lagreca.
La decisione è stata presa ieri mattina da Luciano Di Transo, GUP del Tribunale di Sala Consilina che ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio presentata dal pubblico ministero Carlo Rinaldi.
La vicenda che porterà il 22 aprile del 2011 Gaetano Passarelli, difeso dall’avvocato Anacleto Dolce, davanti al giudice del tribunale salese risale al mese di ottobre del 2009 quando “l’imputato – si legge nella richiesta di rinvio a giudizio – quale autore, o comunque committente della stampa di un manifesto affisso nel territorio del comune di Montesano sulla Marcellana offendeva l’onore ed il decoro del responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale attraverso queste frasi: “Il “nostro”, oltre che scarso in scrittura è anche deficitario in lettura”. Nel manifesto il responsabile dell’ufficio tecnico veniva anche accusato di “personale interpretazione della grammatica e della sintassi”.
Corrado Monaco non si è tenuto le offese ed ha deciso di sporgere querela nei confronti del 74enne autore del manifesto e lo scorso 29 marzo la Procura della Repubblica di Sala Consilina ha chiesto al termine dell’attività di indagine il rinvio a giudizio accolta ieri dal GUP. Per il reato di diffamazione a mezzo stampa si rischia una pena che va da un minimo di sei ad un massimo di tre anni di reclusione o una multa non inferiore ai cinquecento Euro.

 

 

fonte: ondanews


©Riproduzione riservata