Ragazzo morto in discoteca, il Ciclope non annulla le serate: «Lo show deve andare avanti»

I carabinieri della compagnia di Sapri, su ordine della procura di Vallo della Lucania, hanno apposto i sigilli al Ciclope. La discoteca, nella quale è morto Crescenzo Della Ragione, il 27enne travolto da alcuni massi lunedì notte, aveva in serbo per l’estate tanti ospiti internazionali e diverse serate. Oggi, ad esempio, su quella consolle nella «grotta della musica», sarebbe dovuto salire Dave Clarke, uno dei maggiori esponenti mondiali della musica techno. Il 46enne inglese, soprannominato «Barone rosso», aveva già comunicato da tempo la sua assenza, tramite la pagina ufficiale di Facebook, per «una infezione che gli causa l’innalzamento della temperatura corporea e quindi febbre». La serata del 12 agosto, dunque, a prescindere dalla morte di Crescenzo, era stata già annullata. Le altre date, invece, no. Lo staff del Ciclope decide di cambiare location e traslocare gli eventi al lido ‘Le Dune’, in località Saline a Palinuro. Il lido, che di sera diventa una discoteca sulla spiaggia a pochi passi dal mare, è di proprietà della famiglia Sacco, come ‘Il Ciclope’. Il 14 agosto comincia il ‘Mito festival’ che quest’anno, dunque, sarà «on the beach». Len Faki si esibirà venerdì alle Dune. Due giorni dopo, il 16, toccherà ad Ananè e Little Louie Vega. Il 18 è la volta di Ellen Allien. «Sapevamo da principio che non sarebbe stata facile, ma mai così – spiega una persona dello staff del Ciclope tramite la sua pagina di Facebook -. Con una mano sul cuore, lo show deve andare avanti. Oggi riprendono gli aperitivi al Ciclope Beach (lido sulla spiaggia del Mingardo di fronte al Ciclope ndr). La programmazione del Mito si sposta a #‎LeDuneUnderground, Palinuro». 

©Riproduzione riservata