Musei gratis di domenica, esclusi alcuni siti della provincia di Salerno

100
Infante viaggi

Il Ministero dei beni culturali ha escluso parte della provincia di Salerno dall’iniziativa che prevede l’ingresso gratuito una domenica al mese nei musei e nelle aree archeologiche. Il cartellone nazionale non comprende il Vallo di Diano, Eboli e Nocera. «Presenterò un’interrogazione parlamentare al ministro Dario Franceschini per conosce i motivi che hanno spinto il Ministero dei Beni Culturali ad escludere numerosi siti della provincia di Salerno dal cartellone nazionale delle domeniche gratuite nei musei e nelle aree archeologiche», annuncia il questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli che spiega: «Questa decisione mortifica il nostro territorio, unico in Italia per le sue straordinarie bellezze naturali, storiche e culturali che, invece, andrebbero valorizzate e sponsorizzate ancora di più per incrementare il turismo, l’economia e il lavoro. Escludere città come Salerno (vedi San Pietro a Corte), Atena Lucana, Buonabitacolo, Nocera Superiore, Eboli, Sarno, Polla, Sala Consilina, Teggiano è davvero inconcepibile. Mi auguro – aggiunge il parlamentare di Fratelli d’Italia – che il Ministero, ma anche la Regione, che ha competenze in materia di cultura e turismo, intervengano per favorire il reinserimento di tali siti in questa importante iniziativa nazionale. Il Pd – conclude Cirielli – la smetta di umiliare la provincia salernitana con politiche sbagliate e dannose per i territori».

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl