Nasce Innovation team, «la community degli innovatori e dei saperi»

Il 2021 per il Cilento si apre all’insegna dell’innovazione per la Sistema Cilento, che in continuità e coerenza con la propria mission di agenzia sviluppo locale, lancia la call to action “Innovation Team”, una sorta di chiamata a raccolta di professionalità, esperienze e competenze, finalizzata a costituire un network aperto e collaborativo per ragionare strategicamente su visioni di scenario ma anche su come impiegare per interventi mirati, in particolar modo nei settori legati alle vocazioni territoriali, le risorse dei fondi europei messi a disposizione dalla nuova programmazione 2021-2027, Recovery Fund e NextGenerationEU.

La affiancano in questa sperimentazione l’incubatore d’impresa e coworking Mediterranean Factory e la nuova realtà associativa Duemilæventi, che focalizza il proprio impegno alla concretizzazione nel contesto locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030.

Innovation team nasce per facilitare lo scambio di conoscenza, condividere visioni per il futuro e costruire progettualità innovative dialogando anche con il mondo della ricerca e dell’innovazione. Non soltanto innovazione tecnologica o digitale, ma anche e innanzitutto innovazione sociale. Che può cominciare proprio da un diverso format di condivisione della conoscenza, immaginato come un network di pratica in cui creare e gestire processi di scambio informale per accelerare il trasferimento di conoscenza, senza perdere di significatività.

«Vogliamo far nascere una nuova community, aperta e che coinvolga le competenze ed i saperi presenti con le rispettive dotazioni di innovazione – dichiara Nello Onorati, presidente della Sistema Cilento -. C’è bisogno di un progetto comune di solidarietà sociale, politica, economica tra soggetti, tra soggetti e istituzioni, tra soggetti e ambiente. La nuova grande sfida, oggi, è la governance di processi e transizioni di sostenibilità, che producano risultati e impatti a triplo risultato – socialmente responsabili, ecologicamente neutri o positivi e finanziariamente accettabili -, ed è un impegno che non può essere lasciato ai singoli, privati o organizzazioni. Servono, invece, strategie plurali e idee lungimiranti. Non dobbiamo zoppicare sulla gamba dell’individualismo ma abbiamo il dovere di creare una nuova economia dell’esperienza e della cura, e non solo del consumo. L’innovazione deve contaminare tutti i settori pubblici e privati perché solo attraverso di essa si potranno innescare nuovi e virtuosi processi di sviluppo». Sarà possibile aderire ad Innovation Team compilando il modulo di adesione su https://innovationteam2020.wixsite.com/adesione

©Riproduzione riservata