• Home
  • Cronaca
  • Nel Cilento sequestrati 70 chili di mozzarelle di bufala

Nel Cilento sequestrati 70 chili di mozzarelle di bufala

di Luigi Martino

Sequestrate dai carabinieri per la Tutela Agroalimentare circa 11 tonnellate di prodotti agroalimentari. Le irregolarità, accertate dai reparti di Torino, Parma e Salerno in provincia di Bergamo, Lecco e Torino, riguardano attività amministrative riconducibili all’utilizzo di denominazioni d’origine senza la debita autorizzazione dei consorzi di tutela.

Nel dettaglio l’attività di tutela dei prodotti ad indicazione geografica ha portato al sequestro, in provincia di Cremona, di 76 pezzi di Coppe e Pancette di Zibello, per complessivi 342 kg. e 2.556 etichette evocanti il “Culatello di Zibello Dop”. Nel territorio di Parma si e’ provveduto a togliere dal mercato 177 pezzi di Coppe e Fiocchi di Zibello, per complessivi 310 kg, 490 confezioni e 143.100 etichette indebitamente riferite a “Culatello di Zibello Dop., “Prosciutto di Parma” ed a “Coppa di Parma Igp”.

Nel Sud Italia a Napoli si è invece provveduto al sequestro di 4.869 kg. di “Pomodorino del Piennolo del Vesuvio Dop” confezionati abusivamente e di 9.139 kg. di pomodorini gialli detenuti in locali non idonei e privi di autorizzazione. Nel Cilento, invece, sono stati tolti dal commercio 70 chili di Mozzarella di Bufala Campana Dop e formaggi vari, oltre a 54 chili di mozzarella di latte di bufala confezionata in buste trasparenti anonime (formato non previsto dal disciplinare di produzione) e di 1.080 uova prive di rintracciabilità e delle prescritte cautele volte a separare le linee di produzione Dop da quelle non a denominazione. Infine sono state contestate sanzioni per 62 mila euro.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019