• Home
  • Comuni
  • Camerota
  • Non so bene perché ma sento che l’ultimo Meeting del Mare sia stato il più bello di sempre

Non so bene perché ma sento che l’ultimo Meeting del Mare sia stato il più bello di sempre

di Luigi Martino

Si è conclusa la venticinquesima edizione del Meeting del Mare, la kermesse di musica, arte e cultura che si svolge a Marina di Camerota. Dopo l’Mdm Camp alla grotta della spiaggia di Lentiscelle, l’evento è entrato nel vivo con i concerti della Crea Meets Orchestra, Ariete, Iosonouncane e Venerus. Sold out e una terrazza meravigliosa che – rispettando le norme anticovid – ha accolto centinaia di giovani provenienti da ogni angolo della Campania e da diverse regioni d’Italia. Il messaggio di ringraziamento di don Gianni Citro, ideatore e organizzatore del Meeting del Mare, lo riportiamo di seguito integralmente:

Non so bene perché ma sento che l’ultimo Meeting del Mare, finito ieri sera tra mille sguardi rapiti e uno scenario indimenticabile di mare, luna e anime innamorate, sia stato il più bello di sempre. Forse perché lo abbiamo sottratto alle paure e alle cattive notizie e senza dubbio perché le gioie più recenti diventano naturalmente le più belle.

Ho avvertito che ci siamo voluti bene, come dovrebbe essere sempre, in ogni più stanco momento del nostro tempo perpetuo. E come sempre, quando se ne va, il Meeting del Mare lascia una ferita. Ma è una ferita d’amore, che ci insegnerà tante cose e soprattutto ci restituirà una vita nuova.

Vi abbraccio tutti, con tutto il cuore. Al prossimo anno.

Don Gianni.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019