Nuovi vulcani di fronte costa Cilento, l’esperto: «Uno più grande del Vesuvio»

988
Infante viaggi

Individuato a soli 15 km dalla costa tirrenica calabrese a pochi chilometri da località turistiche molto frequentate come Scalea e Diamante uno dei più grandi complessi vulcanici sottomarini italiani, costituito dai vulcani Diamante, Enotrio e Ovidio,  di cui quest’ultimo formato a sua volta da cinque vulcani, di cui uno un po’ più grande del Vesuvio, che si sarebbe formato nell’arco degli ultimi 780.000 anni. Lo studio è stato pubblicato dalla rivista Earth & Space Science News ma questa importante scoperta si deve ai ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

«Il complesso vulcanico individuato nel Mar Tirreno – spiega Riccardo De Ritis, primo autore dell’articolo – è stato suddiviso in due porzioni. Una parte occidentale, più distante dalla costa, i cui edifici vulcanici presentano una morfologia accidentata e deformata da strutture tettoniche.  La parte orientale, più vicina alla costa, presenta invece edifici vulcanici arrotondati dalla sommità pianeggiante, causata dall’interazione tra vulcanismo e variazioni del livello del mare che ha generato nel tempo cicli di erosione e sedimentazione. La nostra ricerca – conclude l’autore – getta nuova luce sull’esistenza di importanti complessi vulcanici sul fondale marino a distanze dalla costa decisamente inferiori a quanto non si conoscesse in precedenza».

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl