• Home
  • Comuni
  • Camerota
  • Oasi Infreschi, paradiso di piatti buoni e bellezze lontano dalle cose usuali

Oasi Infreschi, paradiso di piatti buoni e bellezze lontano dalle cose usuali

di Luigi Martino

Sei solo tu e la natura, al massimo la cucina della mamma di Salvatore e della sua fidanzata che ti coccolano e ti cullano in questo pezzo di paradiso in terra lontano dalle cose che accadono tutti i giorni. Purtroppo qui la linea al mio smartphone c’è ma l’annullo presto spegnendo il dispositivo e chiudendo gli occhi. Sembra di essere altrove ma altrove lo sei già. E ti catapulti verso mondi nuovi quando in tavola, sotto l’ombra della natura, quella genuina, arriva un antipasto che sa’ di Cilento e di tempi andati. La frittella con le alici e i fiori di zucca s’accomoda vicino ai salumi creati dalle mani sapienti di qualche contadino e allevatore locale. La Rianata è la pizza con i pomodorini e l’origano. Uno spettacolo. Poi i cavatelli con il sugo di salsiccia, gli sciambielli (melanzane imbottite) e, ancora, il vino rosso della casa e quel profumo di libertà che ti accompagna per tutto il viaggio culinario. C’è tutta la tradizione della cucina tipica di Lentiscosa. Per il digestivo puoi scegliere varie opzioni: c’è quello della casa, fresco, fruttato, oppure puoi mettere da parte l’alcol e raggiungere le baie incontaminate dell’area marina protetta. Una passeggiata dopo pranzo è quello che ci vuole.

L’azienda Oasi Infreschi è uno scrigno di bellezze adagiato sulla collina che sovrasta il Porto naturale omonimo. Raggiungerla in auto è da conoscitori del territorio, a piedi, invece, è privilegio per pochi. Ma, per godersi lo spettacolo della costa, gli anfratti, le grotte, si può decidere perfino di utilizzare una di quelle barche-taxi che partono dal porto di Marina di Camerota e raggiungono la baia degli Infreschi in una manciata di minuti. La famiglia Mazzeo è lì che vi aspetta, un colpo di telefono è gradito.

Oasi Infreschi Baia degli Infreschi T. 347.9066482

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019