Omicidio Vassallo, De Raho: «Ci sono piste investigative»

Infante viaggi

«Ci sono tuttora altre tracce, piste investigative». Lo ha detto Federico Cafiero De Raho, a capo della Direzione nazionale antimafia, in merito alle indagini sull’omicidio di Angelo Vassallo, il sindaco “pescatore” di Pollica, ucciso nel 2010. «Dal 2010 – ha affermato – non si è ancora arrivati all’identificazione dei responsabili, ma e’ anche vero che dal 2010 le indagini sono proseguite». «Di fronte a determinati crimini non c’è mai la parola fine – ha aggiunto – fino a che non si arriva all’identificazione degli autori. Otto anni di omertà – ha sottolineato – ma le indagini non si sono fermate di fronte a questa omertà. E’ vero che ogni qualvolta ci siano fatti di questo tipo – ha proseguito – è come se si fermasse quel percorso di legalità che avvertiamo soprattutto in regioni a più alta densità mafiosa, ma è vero che ancora una volta si sta andando avanti e sono convinto che in questa, come in altre indagini, si arriverà a identificare i responsabili».
«La Direzione nazionale antimafia ha compiti di coordinamento e impulso – ha concluso – laddove vi è una procura distrettuale, come quella di Salerno, che in modo instancabile e inarrestabile prosegue nelle indagini, non possiamo che seguire dal di fuori e verificare se vi sono momenti di coordinamento o di stanca».

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur