Infreschi off limits per barche e bagnanti: vietati i tuffi e la sosta alle barche

Un provvedimento adottato dopo una verifica di staticità del costone, eseguita lo scorso luglio dalla Capitaneria di Porto insieme ai tecnici e al Genio Civile di Salerno. Le zone dichiarate a rischio nel comune di Palinuro sono in località "Ficocella" e "Calafetente". A Marina di Camerota le zone a rischio sono molte di più, infatti il divieto è stato affisso a Cala "Fortuna", Cala "Monte di Luna", nei pressi di Cala "Bianca", Punta Iscoletti, Cala Longa e Cala dei Morti. Tuffi vietati anche nel comune di San Giovanni a Piro, precisamente nella frazione di Scario. Dopo vari ripensamenti, gli uomini della Guardia Costiera, hanno deciso di applicare le maniere dure: niente più motoscafi ancorati vicino i costoni rocciosi vietati dall’ordinanza. Anche se i provvedimenti non sono stati presi sul serio da tutti, già sono scattate le prime multe che partono da 170 euro. Anche il sindaco di Camerota, Domenico Bortone, ha inviato i tecnici per un sopralluogo e assicura che i divieti resteranno in vigore fino a quando gli esperti non stabiliranno il livello di pericolosità della zona.