“Padula Città che legge”, la rassegna nella corte della Certosa

La Certosa di San Lorenzo, a Padula, fotografata da un drone

di Pasquale Sorrentino

Al via domani, martedì 22 dicembre, la rassegna “Padula Città che legge”.
Il primo appuntamento avrà luogo domani, nella corte esterna della Certosa, in collaborazione con Michele Gentile ed Ex Libris Cafè di Polla, con il Forum dei Giovani Padula, con ACLI Salerno e il presidente Daniele Manzolillo, con il supporto della BCC Buonabitacolo: i bambini porteranno un rifiuto (una bottiglia di plastica o una lattina) e riceveranno in cambio un libro di favole, con questa suddivisione: classi quinte e quarte dalle ore 15.00 alle 15.30, classi terze e seconde dalle ore 16.00 alle ore 16.30, classi prime e materne dalle ore 17.00 alle ore 17.30.

Si proseguirà poi con le interviste agli autori, che sarà possibile seguire sul profilo Facebook Padula Sistema Museo: il 30 dicembre, alle ore 12.00, Michele Cartusciello presenterà il suo libro “ Come si chiamava il nonno di tuo nonno?”, il 7 gennaio, alle ore 12.00, Maria Teresa D’Alessio presenterà il suo libro “La flagellazione di Cristo – Piero della Francesca e la Certosa di Padula. Quale legame?” e il 13 gennaio, sempre alle ore 12.00, sarà la volta di Lorenzo Peluso e il suo libro “I giardini di Bagh-e-Babur”.

«Il titolo Città che Legge premia le politiche culturali e la promozione della lettura nella nostra comunità – hanno dichiarato il sindaco di Padula Paolo Imparato e l’Assessore alla Cultura Filomena Chiappardo – Il programma è frutto di tante collaborazioni che abbiamo intenzione di portare avanti lavorando con costanza per la crescita culturale del territorio».

©Riproduzione riservata